notizie sul mercato immobiliare e economia Vai su idealista.it »
foto_amy_0

come rendere più bella la tua casa in foto e attirare clienti. parte 2 (fotogallery)

Scritto da: associazione italiana home stager (collaboratore di idealista news)

chi cerca casa ha dinanzi a sé numerosi annunci immobiliari e spesso i potenziali acquirenti o affittuari decidono inconsciamente in pochi secondo quali abitazioni andare a vedere e quali no. delle buone foto, specie da quando su internet si possono confrontare molti immobili, sono una delle leve princiapli che fanno scaturire una visita

la presidente dell'associazione italiana home stager, amy lentini ci spiega come migliorare il punto di ripresa per far venire meglio gli ambienti di un'abitazione in foto. dopo averci spiegato l'importanza del' bilancianciamento dei colori, ecco un altro consiglio proveniente dall'home staging per presentare meglio una casa e avere più possibilità di catturare l'attenzione di possibili compratori

nella fotografia d’interni spesso ci si trova a dover far i conti con il problema della distorsione prospettica, tale inconveniente è dovuto al punto di ripresa. partendo dal presupposto che un punto di ripresa ideale non esiste, e che ogni situazione comporta soluzioni differenti, cercheremo oggi, (come già avvenuto nell’articolo del 20/02/2012) di regalarvi qualche utile consiglio per ritrarre al meglio i vostri ambienti

per prima cosa si prenda in considerazione l’altezza delle moderne abitazioni, queste generalmente hanno soffitti di 2 metri e 70. se 1 metro e 70 è l’ altezza media di una persona, questi, fotografando in piedi, risulterebbe essere più alto della metà della stanza, ritraendo così una maggior porzione di soffitto rispetto al pavimento: un metodo  poco efficace

generalmente un fotografo poco esperto risolve tale situazione inclinando l'apparecchio fotografico verso il basso. questo sistema però, comporta la distorsione dello spazio con la conseguente apparizione di antiestetiche linee prospettiche “cadenti” (come dimostra l'immagine)

nella foto un tipico esempio di linee cadenti, errore che si verifica nel momento in cui non si fotografa in maniera perpendicolare alla linea di terra, o come si dice gergo fotografico “in bolla”

 

foto_amy3_0

per prendere lo stesso angolo di campo senza che quanto descritto avvenga, non dobbiamo far altro che abbassare il nostro punto di ripresa, portandolo da un metro e 70 a un metro e 10/un metro e 20. anche in questo caso non vi è una regola scritta

così facendo è possibile fotografare la stessa porzione di spazio senza doversi inclinare e rimanere perpendicolari al pavimento in modo tale da evitare  la presenza di “linee cadenti”

amy_foto_2_0

per lavorare comodamente a tale altezza è consigliabile l'uso di un cavalletto

foto_amy4_0

spiegazione dell’immagine:

•    il piano nero indica la corretta posizione perpendicolare al pavimento da mantenere quando si scatta.
•    il piano verde indica l'inclinazione che si effettua per poter compensare il punto di ripresa troppo alto
•    le linee gialle segnano la porzione di spazio inquadrata ponendosi in posizione perpendicolare al pavimento e non inclinando la macchina fotografica.
•    le linee rosse indicano ciò che avviene inclinandosi causando però il verificarsi di “linee cadenti”.
•    le linee azzurre indicano la posizione corretta per ritrarre al meglio l’ambiente rimanendo perpendicolari al pavimento.

per maggiori informazioni contatta il fotografo andrea romagnoli su facebook  e visita il sito dell'associazione staged homes o scrvi a info@stagedhomes.it 

 

 

 

 

 

 

Articolo visto su idealista.it/news
pubblicità

Commenti

per commentare devi effettuare

si si... spendete pure i soldi per infighettare le case tanto alla fine la domanda è sempre la stessa "bella, accogliente, luminosa, mi piace!... ma di quanto si può trattare il prezzo?", non fatevi fregare e non buttate i vostri risparmi tanto a chi compra non interessa nulla delle infighettature tanto sa già che cambierà tutto! e gli acquirenti di oggi sanno valutare una casa meglio degli home stager datemi retta...

0 0
Vote up!
Vote down!

la cosmesi serve alle star per farle apparie più belle e desiderose. Hai chiesto qunto chiede al giorno una star?. Come le case se li abbellisci li vendi alle star o li affitti a Calderoli, a Tremonti che non sudono i soldi. Le case costano per realizzarle tutte lo stesso prezzo, la differenza sta nel posto e a chi li vuoi vendere o affittare. Allora devi fare quelle opere necessarie per renderle abitabili. Se poi ti capita una occasione non guardare in faccia nessuno, ma devi realizzarle sempre a norma di legge.

0 0
Vote up!
Vote down!

non è vero che le case, per realizzarle, costano uguali...dai su...pavimenti serramenti, impermealizzazioni, sanitari e quant altro...ce ne sono da 4 soldi o da parecchi... poi chiaro conta molto anche il posto...

poi l'estetica a volte frega

0 0
Vote up!
Vote down!

mi chiedo per quanto tempo ancora bisognerà continuare a leggere i commenti del "demente" anonimo..un emerito deificiente che in preda al delirio inveisce contro tutto e tutti..curati!!!e cerca di contribuire in maniera obiettiva ed utile agli articoli se li trovi inutili non capisco xke continui a leggere e commentare!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Mi associo a Nicola, "Anonimo" ma non ti sei stufato? ad ogni articolo è pronta una tua replica offensiva, senza senso, con una chiara intenzione a voler mettere in cattiva luce il lavoro di altre persone....ormai è chiaro che questi sono attacchi mirati ben precisi, ormai siamo al terso o al quarto non ricordo, ormai "anonimo", la tua credibilità anche volendo è pari a 0 su via.....

0 0
Vote up!
Vote down!