notizie sul mercato immobiliare e economia Vai su idealista.it »

posso recedere senza perdere la caparra da una proposta d'acquisto?

risposte:

gentile emanuele

la proposta d'acquisto è un atto assolutamente vincolante e quindi non si ha la possibilità di recedere. se lei non portasse avanti l'acquisto, perderà perciò la caparra, senza alcuuna possibilità di recuperarla

persino prima dell'avvenuta accettazione può essere complicato recedere. taluni (es. alcune camere di commercio) sostengono che il proponente può recedere entro 4 giorni dalla proposta a meno che non si sia già verificata l'accettazione. tale possibilità è però effimera e di facile aggiramento: se il proponente comunicasse tale volontà gli verrebbe immediatamente obbiettata l'impossibilità del recesso in quanto guarda caso "solo poco prima" la proposta è stata accettata. insomma nella realtà è una garanzia inconsistente salvo che il proponente non specifichi che il recesso o l'accettazione devono formalizzarsi con un fax, un email che hanno ora, minuti e data certa

per questo personalmente sconsiglio sempre di farla, a mano che non ci si abbia pensato a ragion veduta. il proponente non ricava alcun beneficio dalla sua presentazione, anzi si espone anzitempo e unilateralmente; gli unici a trarne effettivo vantaggio sono il mediatore che, verificandosi l'accettazione, in forza di un contratto perfetto è in grado di dimostrare la conclusione dell'affare e la maturazione del diritto alla provvigione, e l'aspirante venditore che potrebbe innescare una piccola asta al rialzo

per evitare inutili rischi e prevenire litigi, è opportuno che solo dopo aver preso visione della documentazione della casa e dopo aver esperito gli altri importanti preventivi controlli, l'aspirante acquirente proceda direttamente alla stipula di una "promessa bilaterale di compravendita". se proprio desiderasse presentare la proposta di acquisto, lo facesse almeno dopo aver visionato la documentazione più importante (es. atto di provenienza, planimetrie, licenza edilizia, visura ipotecaria, visura a ufficio protesti, visura a registro imprese )

cordialmente

0 0
vote up!
vote down!

visto che qualcuno è così bravo ad elargire consigli, provi a venire a fare il nostro mestiere!! innanzitutto dovreste dire che nel 100% dei casi non è il venditore che mette in essere "aste" al rialzo, ma sono normalmente i potenziali acquirenti che propongono offerte al "ribasso", di conseguenza quello che dite non è completo; in seconda analisi chi ha scritto questo "consiglio da esperto" dovrebbe aver quantomeno provato a vendere un immobile personalmente in vita sua, per riscontrare sempre di persona le difficoltà nell'interpretare le vere intenzioni di chi visita quotidianamente gli immobili in veste di potenziale acquirente; oggi la casa è già venduta, a parole, domani l'idea e già cambiata! è molto facile consigliare di effettuare subito un contratto preliminare, se non fosse che dal momento in cui ci si "da la mano" al momento della effettiva sottoscrizione del preliminare, passano non meno di venti giorni, visto che giustamente, occorre ufficializzare visure ipocatastali, conformità varie ecc già verificate da noi. nel frattempo le parti possono cambiare idea 100 volte per svariati motivi, anche futili; intanto si è perso tempo, resta un notaio da pagare e il venditore si trova d'accapo, e noi agenti diventiamo degli incompetenti! questo si che provoca litigi. la proposta deve essere fatta e bene, in tal modo si tutelano venditore e acquirente. se acquistate un paio di scarpe e il giorno dopo vi pentite, credete che il negoziante vi restituisca il denaro? mi dispiace ma mi dissocio da questa disinformazione.. cordiali saluti

-1 1
vote up!
vote down!

egr. collega, concordo pienamente con quanto esposto! perché ognuno non fa il proprio mestiere e basta?

0 0
vote up!
vote down!

adavia

0 0
vote up!
vote down!

mi sembra che la disinformazione la stai facendo tu.confermi infatti che agenti immobiliari fanno fare le proposte di acquisto senza avere fatto nessuna verifica ipocatastale o di conformità catastale ed urbanistica.è come evndere un prodotto che "non esiste". più raggiro di questo ?il paragone nel paio di scarpe è molto qualunquista ed in ogni caso il codice del consumo tutela le parti.può essere che sia solo una cambiamento di idea delle parti della compravendita dell'immobile, ma vi è spesso acnhe la forzatura del mediatore che fa di tutto per "incastrare" le parti così ha procurato il "nesso" e chiede le provviggioni. ma ci si sta muovendo per segare le "manine" dei mediatori poco scrupolosi

1 1
vote up!
vote down!

questo è "semplicemente" il vostro lavoro, quello di cui ti lamenti, è il vostro lavoro. quello che tu dici è completamente sbagliato. voi venditori non accettando che il vostro lavoro possa comprendere problematiche altre dall'incassare denaro, vi tutelate facendo firmare proposte di acquisto con clausole disumane di centinaia di righe, senza mettere al corrente l'acquirente delle clausole più importanti e spesso senza aver effettuato prima tutti i dovuti controlli sull'immobile. falla finta e vai a lavorare seriamente

0 0
vote up!
vote down!

ad anonimo delle 12:01

concordo pienamente con te. le proposte di acquisto sono spesso delle vere e proprie trappole, appositamente preparate per incastrare i compratori ed a volte anche i venditori. segnalate alle associazioni dei consumatori la presenza di clausole vessatorie non segnalate ed approvate a norma di legge.siamo nel 2013 e ci sono sempre più tutele per i consumatori, cioè per tutti noi.le associazioni dei consumatori non si occupano solo di frullini ed encicolpedie a rate, ma di tutto ciò che ha un consumatore come parte.dai contratti bancari ai contratti con le genzie immobiliari. anche i forum on-line possono avere aspetti di rilevanza del codice del consumo.pochi lo sanno, ma è così

1 1
vote up!
vote down!

leggo sempre più spesso di attacchi verso la nostra categoria, sembra che tutto quello che sia sbagliato va dia a favore del mediatore, che ha l'unico interesse di accaparrarsi la provvigione, ma una domanda semplicissima le voglio fare, ma sapete che lavoro c'è dietro la gestione di un immobile?, per caso vi siete mai trovati giorni interi in fila al catasto, in fila in conservatoria, nei meandri degli uffici tecnici (dove avvolte mettersi a 90 è l'unico modo per ricevere attenzione), alle mille telefonate che dobbiamo fare agli amministratori e hai vostri commercialisti per far capire quali sono i documenti che ci servono per presentare una pratica di mutuo, alle numerose visite negli uffici notarili, hai numerosi aggiornamenti che siamo costretti a fare, perchè qui cambia una legge un giorno si e l'altro pure (logicamente corsi a pagamento ), e voglio evitarvi il commento banche, la ricerca immobile, la gestione del punto vendita/agenzia e dei dipendenti, i costi ecc ecc. e termino solo volendomi togliere un "piccolo" sassolino dalla scarpa anzi vorrei porvi io una domanda, ma com'è che fino a quando siete alla ricerca e sapete che significa (se cercate davvero casa) ci capite e invece quando troviamo la casa adatta a voi, il vostro unico pensiero diventa quello di scavalcare l'agenzia/mediatore, che dite se qualcuno dopo 8/9 mesi (quando andiamo bene) di lavoro decide di non pagarvi

0 0
vote up!
vote down!

non faccio di tutto un fascio, ma la maggior parte degli agenti immobiliari si comporta come i politici a cui interessa solo speculare economicamente sulle persone. vengono vincolate con documenti che la maggior parte firma per inesperienza, buona fede e fiducia in chi gli stà davanti e che alle sue spalle ha la foto dei suoi figli, ma che quando ti frega non pensa ai tuoi. ti portano a visitare una casa che hai già visto sul web accompagnato da poco più che un ragazzino senza uno straccio di planimetria e che non sa nemmeno i m2. ti fà firmare un documento a suo dire "solo per far vedere ai capi che vi ho accompagnato" ed invece scopri che è il primo piccolo vincolo con loro. proponi il versamento di 1o.ooo € al preliminare e te ne chiedono il quadruplo visto il consistente valore dell'immobile (oppure è un deterrente per eventuale recesso ?) si ritengono professionisti e ti nascondono che in prossimità dei binari ferroviari gli immobili devono rispettare le prescrizioni dell'ente e non si informano e non presentano all'acquirente documenti necessari ed importanti ai fini della decisione d'acquisto ? (oppure sapevano della falsa asseverazione di fine lavori come da permesso di costruire e hanno taciuto) i professionisti non dovrebbero tutelare anche l'acquirente ? ora chiedo al paladino e difensore di questi loschi personaggi in cui includo anche costruttore e proprietari, di rispondermi e dirmi cosa ne pensa.

3 3
vote up!
vote down!

questo serio "agente immobiliare professionista" ha preteso 8.000 € da maurizio per quello che "non ha fatto", in pratica procurarsi documentazione particolareggiata dell'immobile per tutelarlo imparzialmente nell'acquisto. questi "seri professionisti" conoscono bene la legge che effettivamente li tutela un pò troppo visto che sono perseguibili solo in alcuni casi estremi di documentazione mancante o se l'immobile non è idoneo all'uso, in pratica inabitabile. negli altri casi sanno benissimo che probabilmente l'acquirente desisterà dal rivalersi su di lui sapendo che una causa durerà anni e gli farà sborsare altri soldi per riavere quelli che ha già versato. vorrei dire al "fenomeno" che ha tirato in ballo meccanici e medici, che se avessi chiesto un parere sul loro lavoro in un loro blog mi avrebbero certamente risposto, ma probabilmente questi "seri agenti immobiliari professionisti" vorrebbero soldi anche per semplici (per loro) domande on line

1 1
vote up!
vote down!

siete ladri ,solo ladri

1 1
vote up!
vote down!

fatti furbo operaio idiota

0 0
vote up!
vote down!

ma cosa dici che al catasto ci mandate i geometri se non l'hanno già fatto i venditori e voi vi limitate a portare in giro le persone e cercare a tutti i costi di avere una proposta solo così avete portato a casa il risultato senza contare la mancata consegna dei documenti adatti alla banca con conseguente ritardo nei tempi per chi deve chiedere un mutuo e poi non solo voi andate in giro a far vedere case c'è anche chi le viene a vedere(e il suo tempo e la benzina la paga anche lui non solo voi) quindi a cosa volete appellarvi alla grande professionalità che mettete nel vostro lavoro che si limita a fare una copia al computer di una proposta di acquisto e poi siete a posto con la vostra coscienza perchè il vostro lavoro lo avete espletato??

0 0
vote up!
vote down!

vorrei capire come mai dopo "giorni interi in fila al catasto" "in fila in conservatoria" etc da parte vostra, i notai non possono fare i rogiti per le mancanze di conformità ed altro non scoperto dagli agenti immobiliari ????????non credo ad una parola di quello che hai scritto . lo confermano i tuoi colleghi in blasonati forum immobiliari : non fate una verifica in quanto sostenete ceh non vi compete. voi create il "contatto" a 10000 euro e più a botta : il tocco di re mida !

0 0
vote up!
vote down!

senti non dire cavolate, voi mediatori vi prendete circa il tre per cento per parte, ossia il sei per cento, per fare incontrare due parti e svolgere normali controlli che un notaio fa per molto meno, detto questo non ti inventare la scusa delle file al catasto perche con pochissimi euro fai tutto online. almeno abbi la decenza di ammettere l'enorme guadagno ( meritato o meno) che avete nel vendere un immobile per conto di chi, per svariati motivi, non puo occuparsene personalmente

1 1
vote up!
vote down!

ciao amassimo,

concordo pienamente con te. ma i nostri amici agenti immobiliari non amano sentirsi dire la verità e dicono che noi li diffamiamo.loro puntano sul fatto che molti pensano che svolgano una funzione speciale. mentre spesso le proposte di acquisto preparate da molti di loro sono un grande pasticcio giuridico e tecnico

0 0
vote up!
vote down!

io ne ho le prove prima dite una cifra sulle spese e dopo altre piu alte anche dtl 40 per cento, e se uno non vorrebbe più comprare per questo puo' avendo firmato un assegno

0 0
vote up!
vote down!

complimenti per la risposta! immagino che il promissario acquirente che seguirà il suo consiglio, ovvero quello di andare direttamente ad un preliminare senza sottoscrivere nulla prima, sarà felice e soddisfatto nel constatare che, magari nell'arco di tempo che intercorre fra l'incontro verbale delle rispettive volontà e la sottoscrizione effettiva di un preliminare di compravendita (detto tempo mediamente quantificato in 7/10 gg), il promittente venditore, in fin dei conti 'giuridicamente libero', può aver stretto accordi diversi (naturalmente più vantaggiosi per lui) con un altro promissario acquirente... e sarà sempre più felice nel prendere atto che, giacché grazie al suo brillante consiglio non ha sottoscritto nulla né lui né conseguentemente parte venditrice, non ha scelta alcuna se non quella di perdere l'immobile che desiderava acquistare!

pertanto alla luce di quanto sopra esposto ora le chiedo... è ancora sicuro che i vantaggi di una proposta d'acquisto sottoscritta siano esclusivamente per il mediatore e per la parte venditrice?!? ... ..

e, se lei è agente immobiliare, saprà che non sto descrivendo una situazione mai avvenuta, tutt'altro, soprattutto in periodi di crisi come questo le persone cestinano strette di mano e promesse verbali per 1000 euro di differenza..

in conclusione, non diffondiamo per cortesia inutili terrori psicologici o simili che poi potrebbero addirittura danneggiare una o più parti ma limitiamoci a dare corretta informazione e basta. sconsigliare una procedura, quella della proposta d'acquisto, che io definisco 'standard' è diffondere paure inutilmente, viceversa consigliare la persona di esaminare attentamente tutta la documentazione dell'immobile prima di sottoscrivere un qualsivoglia impegno contrattuale vuol dire dare corretta informazione. a dire il vero poi in realtà questa parte di verifica dovrebbe essere già stata assolta dall'agente immobiliare. a mio modo di vedere infatti la persona che si rivolge ad un agente immobiliare lo fa per essere tutelato, in tutto e per tutto, al pari dell'altra parte, sempre supponendo che il mediatore sia serio, preparato e professionale

1 1
vote up!
vote down!

puoi recedere dalla proposta se è stata impostata come le vecchie proposte, esempio promessa di promessa che la cassazione ha annullato dando ragione al cliente che voleva rinunciare. alessandro

0 0
vote up!
vote down!

la proposta di acquisto , non è altro che un'offerta per comprare a determinate condizioni e quindi , di per sè non è ne positiva ne negativa . naturalmente l'offerta dovrebbe essere ponderata prima invece , alcuni clienti, vorrebbero fare la proposta di acquisto senza nemmeno sapere se dispongono dei soldi necessari ( mutuo) . d'altra parte anche i venditori alcune volte non sanno se la casa ha dei difetti e se il loro immobile è commerciabile . quindi , prima di firmare documenti ,accertarsi di poterlo fare , in quanto è senza dubbio giusto che una volta firmato un contratto ( e la proposta di acquisto è un contratto) , non si possa tornare indietro se non pagando salate penali

0 0
vote up!
vote down!

gentile esperto consiglierma lo sa o no che la proposta di acquisto vincola anche il venditore , una volta che ha accettato con la propria firma ? in tale caso non puo rilanciare come dice lei , oppure gli agenti immobiliari sono degli ammaliatori di persone ? non sarebbe più giusto dire a chi formula l'impegno di recarsi solo in quelle agenzie professionali e organizzate non solo a vendere le case a mo' di "mortadella ? sia più obiettivo nel rispondere .grazie andonio>

0 0
vote up!
vote down!

scusami andonio : da dove si vede che sono agenzie "professionali" e non "mortatellari" ?ringraziate gli agenti immobiliari, che scrivono sui forum psudo-specializzati, per la pessima immagine di stessi e del settore che danno

0 0
vote up!
vote down!

rispondete solo ad annunci tra privati. i documenti della casa ve li controlla il notaio, che è responsabile di quello che c'è scritto sul rogito

0 0
vote up!
vote down!

caro archimede......hai perso un occasione per tacere......

0 0
vote up!
vote down!

io non so tu che lavori svolgi me per noi agenti immobiliari seri, è lesiva una risposta come la tua. perchè non consigli ai privati di aggiustarsi la macchina da soli.... o di medicarsi da soli anzichè andare dal medico .. o ancora perchè non ti assicura la macchina da solo ... ? il ruolo del mediatore è indispensabile perchè ognuno di noi non può essere un tuttologo. sarei curioso di conoscere il tuo di lavoro .... e sarei curioso di sapere se qualcuno sconsigliasse di rivolgerti a te quale sentimento proveresti. buona giornata

0 0
vote up!
vote down!

manuele, il notaio quando fa un qualsiasi atto, serve a certificare che effettivamente le parti davanti a lui, stanno dichiarando una determinata cosa. non è garante per i contenuti di ciò che viene dichiarato. ergo non garantisce sulla sincerità o onestà delle parti.

0 0
vote up!
vote down!

è vero se volete che il notaio sia responsabile fatevi fare un atto pubblico costa di più ma è più sicuro

0 0
vote up!
vote down!

è vero se volete che il notaio sia responsabile fatevi fare un atto pubblico costa di più ma è più sicuro

0 0
vote up!
vote down!

andrebbe fatta presso il notaio la proposta di acquisto con valore di preliminare : è li che nascono gli imbrogli.altrimenti fate dichiarazioni d'intenti ad acquistare ma non proposte con danaro

0 0
vote up!
vote down!

vi sono notai e notai, nel senso che vi sono notai che fanno anche atti potenzialmente annullabili con il consenso delle parti.vi sono notai che rifiutano di rogitare se le carte, dico le carte, non sono in regola, non dando valore, come dovrebbe essere alle dichiarazini più o meno palesemente mendaci.i rogiti sono atti pubblici e, quindi, controllabili se lo si volesse

0 0
vote up!
vote down!

pagine

per commentare devi effettuare