notizie sul mercato immobiliare e economia Vai su idealista.it »

proposta di acquisto casa firmata senza vincolo mutuo

risposte:

buonasera,l sua domanda e' lecita da fare al proprietario, ma purtroppo potrebbe dirvi di no.l cosa più importante e' che voi abbiate preso almeno 2 mesi per fare il compromesso, per ne oggi i tempi bancari sono più o meno questi.se dovessero bocciarle la pratica perderebbe i 5.000,00.piu l'agenzia se vi siete avvalsi.le consiglio di spiegare chiaramente i suoi dubbi al proprietario o all,agente immobiliare ,se vi siete avvalsi di un agenzia, per evitare di versare altra caparra e rischiare di perdere una cifra alta

se la sua e' una paura data dal momento economico, ma in realtà la vostra situazione non è' dubbia per l'ottenimento del mutuo ,allora fatevi rassicurare dalla vostra banca.se aveste bisogno scrivete auguri

francesca(www.mbstudiosrl.it)

-1 1
vote up!
vote down!

è a rischio. se c'è di mezzo un'agenzia, questa avrebbe dovuto consigliarle di inserire la clausola: se non lo ha fatto, mi spiace dirlo, lei è di fronte ad un agente immobiliare poco serio. se non c'è agenzia, cerchi di capire se il venditore è disposto a restituirle la caparra di fronte ad un diniego da parte della banca, ma sappia che non è tenuto formalmente a concederlo. auguri e speri che tutto vada bene

0 0
vote up!
vote down!

ma stando alla prima risposta, anche ammettendo che il proprietario accetti l'inserimento della clausola, se la banca non dovesse concedere il finanziamento, si dovrebbe comunque pagare l'agenzia?grato in una risposta da parte di francesca(www.mbstudiosrl.it ) che sin d'ora ringrazio

0 0
vote up!
vote down!

buonasera,purtroppo se all'agenzia non avete detto nulla sul vostro dubbio allora potrebbe chiedervi la provvigione

se ,invece, avevate detto del vostro timore ,allora avrebbero dovuto consigliarle di inserire la clausola del mutuo, e addirittura consigliarvi una consulenza con un esperto di mutui.io vi consiglio di parlare in modo chiaro con l'agenzia a maggior motivo se gia avevate detto di tale dubbio del mutuo.io credo che l'agenzia, abituata a questo tipo di timore da parte degli acquirenti, accettera' di essere pagata dopo l'esito positivo del mutuo.valuti bene come si e' svolto il vostro colloquio iniziale e se sospettate che l'agenzia non vi abbia ben consigliato allora diteglielomi faccia sapereaugurifrancesca

0 0
vote up!
vote down!

qui purtroppo si tocca ancora una volta il tasto provvigioni all'agenzia immobiliare: purtroppo la legge consente all' a.i. di chiedere le provvigioni a proposta accettata, ma se è un professionista serio, vista l'incognita mutuo, dovrebbe chiederle al rogito. e torniamo sempre lì: dipende se è una persona seria o pensa solo ad arraffare il malloppo anche se poi non si rogita

0 0
vote up!
vote down!

non sono d'accordo con #2, il collega sarebbe stato (e magari lo è stato) scorretto se non avesse spiegato al cliente a cosa andava incontro

inserire una clausola sospensiva sul mutuo equivale a non dare nessuna tutela, e sottolineo nessuna, al venditore che lui stia levando l'immobile dal mercato per una buona ragione

un pò come se al compratore si dicesse, ok, accetto la proposta con la clausola sopensiva ma se nel frattempo viene qualcun altro che offre condizioni migliori o una maggiore sicurezza mi ritengo libero di venderglielo e di sganciarmi da questa proposta

ergo, per quanto mi riguarda e salvo casi particolarissimi, prima ti accerti dei requisiti, e poi sottoscrivi la proposta

0 0
vote up!
vote down!

facciamo un pò di chiarezza alle varie questioni sollevate.1) un agente immobiliare preparato avrebbe dovuto inserire condizione sospensiva legata al buon esito del mutuo: in caso di diniego da parte dell'istituto di credito il preliminare (tale è una proposta accettata) non produrrebbe più alcun effetto e il promissario acquirente avrebbe recuperato la somma versata a titolo di caparra confirmatoria.2) la condizione sospensiva (evento futuro e incerto) riguarda esclusivamente l'ottenimento o meno del finanziamento, ergo il venditore non sarebbe affatto libero di vendere l'immobile ad un terzo3) l'agente immobiliare ha maturato il diritto alla provvigione, essendosi costituito, con l'accettazione della proposta di acquisto, un vincolo giuridico che abiliti ciascuna di esse ad agire per l'adempimento del contratto

0 0
vote up!
vote down!

è vero che la clausola sospensiva riguarda solo l'ottenimento del mutuo, ma al cliente, se si vuole tirare indietro, basta pochissimo per mettersi nella condizione di non poter prendere il mutuo.in particolare se fa tutto per conto proprio o comunque senza l'intervento dell'a.i. che può in qualche modo tenere d'occhio la pratica, di fatto diventa una proposta di acquisto che vincola solo il venditore

0 0
vote up!
vote down!

non vedo proprio dove stia il problema: il venditore è liberissimo di accettare o meno la proposta subordinata all'ottenimento del mutuo, nessuno lo obbliga. se ritiene che vale la pena tentare la sottoscrive e toglie dal mercato l'immobile per un tot di tempo. se ritiene che domattina arriva un altro cliente col cash in mano, non la sottoscrive. è così semplice! se poi vuole dire che l'importante è che il venditore trovi un pollo da spennare trattenendosi la caparra e l'agente immobiliare pretenda le provvigioni solo per aver messo in contatto proponente e venditore, allora lo dica apertamente. e di agenti immobiliari che si comportano così ce ne sono in giro parecchi...

0 0
vote up!
vote down!

perfettamente d'accordo.io contesto il fatto che non mettere una clausola sospensiva (e attenzione, do per scontato che comunque le provvigioni in questo caso siano legate alla effettiva conclusione dell'affare) prefigurasse una qualche scorrettezza.personalmente, e sempre rimanendo le provvigioni legate alla stipula e non alla proposta, lo evito perchè la ritengo una condizione troppo sbilanciata nei confronti dell'acquirente, e sono il primo ad informare sugli impegni presi ed a dire, se hai dubbi, lascia perdere, torna dopo che te li sei chiariti con la banca

e qui dovremmo cominciare a parlare della trasparenza e correttezza delle banche, ma è un altro capitolo

0 0
vote up!
vote down!

l'a.i. corretto (non uso il termine "serio", troppo generico e soggetto a valutazioni personali: o si è nella legge o si è contro legge! tutto qui! semplice!) prima di sottoporre la proposta di acquisto alla venditrice, di norma si accerta della effettiva capacità economica dell'acquirente. se non lo fa, espone il venditore a condizioni troppo vincolanti (ritiro dal mercato di un bene) e - per se stesso - perde tempo inutilmente. attenzione: se la ricerca di finanziamento è eseguita autonomamente dall'acquirente e lui conferma la disponibilità della sua banca a finanziarlo, e poi per enne motivi ciò non avviene ... ritengo legittimo che l'a.i. chieda ed ottenga la provvigione perchè è l'acquirente che gli ha fornito informazioni errate.diversamente se la ricerca di finanziamento è effettuata dall'a.i. (o meglio l'assistenza alla ricerca perchè oggi con la riforma dei mediatori creditizi per lui ciò è illegale!) nulla gli dovrebbe spettare di provvigione: è conscio della possibilità di non ottenere il finanziamento.al di la di tutto ciò, però, solecito la vostra riflessione sulla vera emergenza che colpisce il comparto immobiliare: manca da parte delle bance - tutte! private o pubbliche! - la disponibilità a concedere finanziamenti anche clienti affidabili

0 0
vote up!
vote down!

mi scusi giorgio, ma il suo ragionamento non ha capo nè coda. come fa la.i. ad accertarsi della effettiva capacità economica dell'acquirente quando la questione verte proprio sulla clausola "salvo approvazione mutuo"? perchè è di questo che stiamo parlando. e cosa cambia se la banca è quella del cliente o quella con cui lei "lo assiste nella ricerca"? le probabilità che la banca dica di no esistono comunque. cosa la legittima dal chiedere le provvigioni nel caso in cui il cliente ha la sua banca anzichè utilizzare quella "suggerita". vedo comunque solo logica opportunistica, nient'altro. e ribadisco: se l'a.i. è corretto- visto che le piace di più rispetto a serio- prende le provvigioni a rogito avvenuto. punto

0 0
vote up!
vote down!

giorgio, cosa intende per banca pubblica?

0 0
vote up!
vote down!

per commentare devi effettuare