Notizie su mercato immobiliare ed economia

Piante "pet-friendly": le specie più indicate per chi ha animali in casa

Curae
Curae
Autore: Redazione

La tossicità delle piante esiste: è un processo chimico che avviene naturalmente come forma di difesa, in particolare contro gli erbivori. E solo per ingestione o contatto con la pianta animali e persone possono ammalarsi. Ma gli animali sono intelligenti e fuori dalle nostre case convivono con altri esseri viventi e piante, adattandosi ed evitando ciò che li può nuocere. Ma non possiamo ignorare gli animali domestici a cui piace masticare piante e/o scavare nella terra.

In questo articolo preparato da Curae, segnaliamo che c'è spazio per tutti, la convivenza è possibile anche con le differenze di ciascuno, credendo negli innumerevoli benefici del prendersi cura l'uno dell'altro: persone, piante e animali. Per fare questo, bisogna stare attenti.

Curae
Curae
In caso di dubbio, inizia con piante che vanno bene per gli animali domestici

Se non conosci bene il mondo delle piante e hai la fortuna di condividere la tua casa con gli animali domestici, ti consigliamo di iniziare con piante a loro adatte, indagando preventivamente quali specie non sono tossiche.

E' il caso di peperomie, felci e palme. Questo è anche il caso delle piante aeree, delle orchidee e delle calathea, sebbene queste ultime siano meno facili da curare e non siano raccomandate per i non esperti.

Più impari sulle piante, più saprai cosa funzionerà o meno nella tua casa e per coloro che la abitano.

Curae
Curae
Incoraggiare ed educare all'inclusione e alla diversità

Così come diciamo che le piante devono essere ascoltate, che bisogna capire il loro linguaggio, la stessa cosa deve essere fatta con gli animali. In generale, cani e gatti vanno alla ricerca di piante quando non si sentono stimolati e sono annoiati. Vanno dunque in cerca della nostra attenzione, ma potrebbero anche aver bisogno di più attività fisica.

Nel momento in cui metti in casa una nuova pianta, prova anche a dare un giocattolo ai tuoi animali domestici. Premia il buon comportamento con dei biscottini. Gli animali sono naturalmente disinteressati alle piante se hanno qualcosa che gli stimola.

Curae
Curae

Cerca di rendere difficile agli animali l'accesso alle piante

Copri il terriccio con trucioli di legno o pietre decorative per evitare che scavino e danneggino le radici della pianta. Posiziona le piante in luoghi meno accessibili, come i cesti appesi al muro, sopra i mobili o sugli scaffali.

Anche alcuni rimedi fai-da-te funzionano. Gli animali sono spesso respinti dall'odore degli agrumi, ad esempio: prova a spruzzare le piante con acqua e succo di limone e a mettere le bucce di agrumi nei vasi.

Curae
Curae

Prova a introdurre gradualmente altri tipi di piante

Quando si introducono piante non propriamente adatte, si può provare a posizionarle prima nei luoghi meno accessibili. Quando noti che i tuoi animali domestici non vanno a cercarle, puoi provare in altri posti. Se i tuoi cuccioli mostrano interesse per una particolare pianta, posizionala in un punto difficile da raggiungere.

Le piante e gli animali imparano a convivere e i benefici della loro interazione sono reciproci. In conclusione: è possibile coesistere, bisogna provarci (in sicurezza) e, alla fine, sarà molto gratificante.