Notizie su mercato immobiliare ed economia

Il programma di governo di Draghi, dalla scuola ai vaccini

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il programma di governo sarà "dettagliato al Parlamento", ma Mario Draghi, premier incaricato, nel secondo giorno di consultazioni con i partiti (durante il quale ha incontrato anche Berlusconi) ha anticipato quali saranno le priorità dalla scuola alle pensioni, passando per Recovery Plan, lavoro e piano vaccini.

Il Recovery Plan nell'agenda di Draghi

Il Recovery Plan, che prevede 209 milioni di finanziamento all'Italia, sarà riscritto rispetto alla bozza Conte. Sarà incentro su riforme quali la digitalizzazione della pubblica amministrazione, una giustizia efficace e veloce, un fisco equo e attento agli investimenti. Per quanto riguarda gli investimenti pubblici saanno concentrati e corredati di un cronoprogramma e di una valutazione dell'impatto.

La scuola tra le priorità

La scuola è sicuramente una delle priorità del programma di governo di Mario Draghi, che si è soffermato sulla necessità di avere nuovi docenti per coprire le cattedre vacanti. Ma anche la possibilità di allungare l'anno scolastico a giugno oltre i termini previsti.

Pensioni e lavoro

Per quanto riguarda il capitolo lavoro il presidente incaricato ha escluso la flat tax, ma ha introdotto la possibilità di un'imposta progressiva sul fisco. Inoltre al posto di una pioggia di sussidi indiscriminati si va verso aiuti selettivi per risollevare le imprese. Impostazione selettiva anche per il lavoro per uscire dallo schema delle proroghe ripetute di cassa integrazione e blocco dei licenziamenti. Si attendono anche novità per quanto riguarda le pensioni

Piano vaccinale del governo

Nell'agenda del governo di Draghi al primo posto c'è anche un piano vaccinale con il miglioramento della logistica e con la priorità data a docenti e studenti. Compreso lo screening di massa nelle scuole.