Notizie su mercato immobiliare ed economia

Imu su case in successione, come funziona il pagamento

Autore: Redazione

Quando manca poco meno di un mese al pagamento dell'imposta sulla casa, cerchiamo di capire chi è tenuto al versamento dell'Imu su case ottenute per mezzo di una successione.

La successione mortis causa determina oltre al trasferimento della proprietà dell'immobile, anche quelle fiscali. Agli eredi compete il pagamento dell'Imu su case in successione in nome del defunto fino alla data del decesso e in nome proprio da quel giorno in poi. Non coincide quindi con il momento della presentazione della dichiarazione di successione, che può avvenire nei dodici mesi successivi.  

L'articolo 752 del Codice Civile stabilisce: "I coeredi contribuiscono tra loro [1295, 1315, 1318, 1319, 1546 c.c.] al pagamento dei debiti e pesi ereditari [754, 755, 756 c.c.] in proporzione delle loro quote ereditarie, salvo che il testatore abbia altrimenti disposto [662, 663 c.c.]".

Gli eredi, dunque, devono pagare l'Imu su case in successione, in proporzione alla quota dell'immobile ereditata.

Con l’ordinanza 6500 del 6 marzo 2019, la Cassazione ha stabilito che gli eredi non devono pagare le sanzioni per l’inesatto o mancato versamento dell’Imu da parte del caro estinto.

Etichette
Imu 2020Imu