Notizie su mercato immobiliare ed economia

La cattedrale di Notre-Dame in fiamme, colpo al cuore della Francia

La cattedrale di Notre-Dame a Parigi
Gtres
Autore: Redazione

Sgomento e desolazione. Tutti gli occhi del mondo (gonfi di commozione) sono puntati sull'isola della Cité, nel cuore di Parigi, e fissano quello che non vorrebbero vedere: la Cattedrale di Notre-Dame in fiamme. Intorno alle 19 di lunedì 15 aprile, infatti, aveva iniziato a consumarsi l’incendio.

La cattedrale di Notre-Dame a Parigi
L'incendio è divampato il 15 aprile intorno alle 19 / Gtres

Ancora è presto per individuare le cause, ma tutto il mondo si sta stringendo in un ideale abbraccio alla Francia, che ha visto divorare dalle fiamme uno dei suoi gioielli più preziosi. In attesa delle ultime news sul disastro, ecco un po’ di storia.

La cattedrale di Notre-Dame a Parigi
Detiene il record di visite: 13,6 milioni tra turisti e pellegrini / Gtres

La cattedrale di Notre-Dame è patrimonio dell'umanità dell'Unesco dal 1991. Oltre a essere uno dei simboli di Parigi, è anche uno dei monumenti più amati in tutto il mondo. Per rendersene conto basta dare un’occhiata ai dati: detiene ancora un record di visite da circa 13,6 milioni di turisti e pellegrini. Nel 2017 ha fatto registrare 12 milioni di visite: 4 milioni in più del Louvre e quasi il doppio rispetto alla Torre Eiffel.

La cattedrale di Notre-Dame a Parigi
Si trova nell'Île de la Cité / Gtres

La storia della cattedrale di Notre-Dame a Parigi

La costruzione della cattedrale di Notre-Dame iniziò nel 1163 (venne terminata un secolo dopo), proprio sopra il tempio sacro dedicato a Santo Stefano. Il progetto ambizioso era di creare una chiesa in stile gotico che fosse unica, sia per le dimensioni di gran lunga superiori agli altri edifici contemporanei (arriva a 69 metri d’altezza con le sue torri ed è lunga 128 metri) che stili e soluzioni architettoniche originali.

La cattedrale di Notre-Dame a Parigi
Era l'edificio più alto di Parigi fino alla costruzione della Torre Eiffel / Gtres

L’interno della cattedrale di Notre-Dame è strutturato in cinque navate, con doppie navate laterali, una novità assoluta per quei tempi. Sotto la balaustra della facciata sono poste le 28 statue della Galleria dei Re, distrutte durante la Rivoluzione in quanto considerate simboli del dispotismo reale, ma poi ripristinate nel XIX secolo.

La cattedrale di Notre-Dame a Parigi
L'interno è strutturato in 5 navate / Gtres

Ma la cattedrale è anche intrisa di storia francese, soprattutto nel periodo legato alla Rivoluzione. In quanto simbolo del cattolicesimo francese, fu devastata durante la proprio tra il 1789 e il 1799, tornando di proprietà della Chiesa solo nel 1801 per effetto del Concordato stipulato tra Papa Pio VII e Napoleone.

La cattedrale di Notre-Dame a Parigi
L'altezza è di 69 metri / Gtres

Ma fu necessario un ampio restauro per riparare la devastazione subita e riportare la cattedrale in linea con l'originario stile medievale. Il suo decadimento era così avanzato che si pensò seriamente di abbatterla. Fu anche grazie al romanzo "Notre-Dame de Paris" di Victor Hugo, grande estimatore della cattedrale, che l'attenzione per il venerando edificio tornò a destarsi.

La cattedrale di Notre-Dame a Parigi
Uno dei simboli della città assieme alla Torre Eiffel / Gtres

Il programma di restauro fu avviato nel 1845 sotto la direzione di Viollet-le-Duc, che realizzò anche i famosi gargoyles, scatenando la sua fantasia. Al termine dei lavori, il 31 maggio 1864, Notre-Dame venne consacrata ufficialmente.

La cattedrale di Notre-Dame a Parigi
Ha ispirato anche il romanzo di Victor Hugo / Gtres

Tra le mura della cattedrale si è letteralmente fatta la storia:  sul suo altare si sono svolte l’incoronazione di Napoleone, la beatificazione di Giovanna d’Arco e le esequie delle figure politiche più importanti della storia nazionale, da De Gaulle a Mitterand. Probabilmente anche per questo Emmanuel Macron, di fronte alle fiamme, ha dichiarato: “Una parte di noi brucia con la cattedrale”.

La cattedrale di Notre-Dame a Parigi
La cattedrale illuminata / Gtres

Per stabilire le cause dell’incendio è ancora troppo presto. Tra l’altro, nel momento in cui è esploso l’incendio era in atto un restauro che sarebbe dovuto costare 6 milioni di euro.