Notizie su mercato immobiliare ed economia

Confedilizia: segnali tutt'altro che positivi, solo una cura shock potrà salvare il mattone

Autore: Redazione

Gli ultimi dati diffusi dall'istat hanno confermato una situazione del mercato residenziale in continua, anche se meno accentuata, discesa sia delle compravendite sia dei prezzi. E se alcuni operatori parlano di un'inversione di tendenza e una possibile ripresa nei prossimi anni, c'è chi, come confedilizia, è convinto che i segnali sono tutt'altro che positivi e solo "una cura shock" potrà salvare il mattone

Secondo una nota diffusa dal presidente di confedilizia, corrado sforza fogliani, i segnali di una riduzione del calo sono solo apparenti. "La minore entità delle percentuali di riduzione del numero di compravendite registratesi nel 2013 ha fatto dire a molti osservatori superficiali che la caduta del mercato immobiliare si sta attenuando e che si registrano e che si registrano i primi segnali di speranza. Ma i segnali sono tutt'altro che positivi"

Alla base della "confusione" ci sarebbe un errore di lettura dei dati sulle compravendite. "Il motivi per il quale le percentuali di diminuzione registrate nei trimestri del 2013 sono inferiori rispetto a quelle registrate nei corrispondenti trimestri 2012 consiste nel fatto che, mentre queste ultime rivelazioni si confrontano con quelli del 2012, che è l'anno del crollo causatro dall'aggravamento della tassazione"

In soli due anni il 35% di transazioni in meno

Secondo sforza fogliani sarebbe "sufficiente guardare ai numeri assoluti. Prendendo a riferimento il quarto trimestre degli ultimi tre anni registriamo i seguenti dati dell'agenzia delle entrate: nel 2011, 383.819 compravendite, nel 2012, 270.359 compravendite, nel 2013, 249.974 compravendite.

Una cura shock consistente in una forte e immediata riduzione della tassazione

"Numeri che dimostrano come il mercato immobiliare, e il relativo enorme indotto, abbiano bisogno urgente di una cura schock, consistente in una forte e immediata riduzione della tassazione, soprattutto locale"