Notizie su mercato immobiliare ed economia

Prezzi delle case in Europa, le previsioni per il 2021 secondo S&P

Lisbona / Gtres
Lisbona / Gtres
Autore: Redazione

Prezzi delle case in via di raffreddamento in Europa. La spinta della pandemia, che secondo il report sullo European Housing Market di S&P Ratings, perderà forza via via che la domanda repressa dalle chiusure dello scorso anno verrà progressivamente assorbita.

S&P Global Ratings
S&P Global Ratings

Secondo gli esperti della società di rating, i prezzi delle case in Europa dovrebbero crescere più lentamente nel 2021 dopo un solido 2020, in quanto la domanda repressa dalle chiusure dell'anno scorso verrà progressivamente assorbita, con un contestuale peggioramento dell’accessibilità, mentre i livelli di attività economica sono destinati a restare sottotono.

In Italia in particolare la dinamica dei prezzi delle abitazioni dovrebbe vedere un rallentamento nel 2021 per poi riprendersi nel 2022-2023.

S&P Global Ratings
S&P Global Ratings

I prezzi nel 2020, secondo S&P,  sono stati addirittura più dinamici rispetto al 2019 a causa della forte domanda e del peggioramento dell'offerta, nonostante la più grande contrazione economica degli ultimi decenni. Il restare tanto tempo a casa durante le chiusure ha spostato l’attenzione degli europei verso la necessità di avere una casa propria; i tassi price-to-rent e price-to income sono quindi saliti vicino ai massimi storici nella maggior parte dei mercati europei, come anche le intenzioni di acquisto, ad un livello record dal 2003. Una tendenza comunque destinata a rallentare: il mercato delle case a livello europeo dovrebbe rallentare, in parte a causa dell’assorbimento della domanda inevasa dal 2020, in parte per la situazione di reddito e occupazione che potrà influire sulla capacità di acquisto.

Secondo le stime, ci sarà un rafforzamento della domanda di abitazioni e una crescita dei prezzi oltre il 2021, dopo un probabile allentamento delle restrizioni legate alla pandemia verso fine 2021. Questo dovrebbe aprire la strada a una ripresa sostenuta dell'economia e dell'occupazione.