Notizie su mercato immobiliare ed economia

Una visita alla Casa 770, il misterioso edificio degli ebrei ortodossi a Milano

Autore: Giovanni De Faveri (collaboratore di idealista news)

L'originale si trova al 770 di Eastern Parkway, a Brooklyn. La copia, l'unica dell'Europa occidentale e la prima al mondo, in via Poerio a Milano. È la Casa 770, così ribattezzata dal numero di quella newyorkese, che si trova al civico 35 di questa strada immersa nel quartiere liberty del capoluogo meneghino. idealista/news l'ha visitata in compagnia del rabbino Avraham Hazan.

L'abitazione spicca tra gli altri edifici per la sua facciata neogotica, che tra i milanesi le è valsa anche l'appellativo di “olandese”. In realtà si tratta di uno dei tanti cloni – dodici in totale, secondo alcune fonti, quindici, secondo altre – della Casa Chabad fondata dal Rebbe Menachem Mendel Schneerson (scomparso nel 1994 a 92 anni), leader e guida spirituale del movimento Chabad-Lubavitch, branca dell'ebraismo chassidico che punta al rinnovamento dell'ortodossia della religione israelita.

Ad aprire la Casa 770 di Milano, alla fine degli anni Cinquanta, fu il rabbino Gershon Mendel Garelik, che contestualmente fondò il movimento Chabad-Lubavitch in Italia. Per molti anni la struttura di tre piani ha ospitato una scuola mentre oggi è sede di una libreria e un centro studi e conferenze, rivolti in particolare ai giovani. L'edificio è stato ristrutturato negli anni Novanta e al suo interno (o nel suo bellissimo giardino) ospita eventi e organizza programmi di accoglienza,