notizie sul mercato immobiliare e economia Vai su idealista.it »

facebook

chi cerca oggi lavoro può appoggiarsi anche sui social network, linkedin in testa, o sfruttare le reti di relazioni che si sviluppano grazie a facebook. ma la visibilità pubblica dei propri profili può giocare a volte dei bruttti scherzi e per questo bisogna curare la propria web reputation. hays, il gruppo leader a livello mondiale nella selezione di middle e top managemente, ha messo a punto il galateo di facebook e linkedin per chi cerca lavoro

foto: tax credits (flickr.com cc)
Una notizia di:
Residenziale

cosa cercano gli italiani su internet? facebook, beppe grillo, molto gossip, ma, a sorpresa, l'imu scala posizioni ad una velocità senza precedenti. tanto che tra le parole più cercate, secondo la classifica di yahoo, si trova all'ottavo posto, davanti all'iphone5 e a belen rodriguez, che lascia la top ten

Una notizia di:
Residenziale

il famoso "mi piace" di facebook presto avrà una nuova compagnia. si tratta di "lo voglio", il nuovo tasto che il social network sta testando  negli usa con alcuni partner commerciali come victoria's secret, wayfair, fab.com e altri. si tratta di una nuovo tasto per creare collezioni di prodotti desiderati

Una notizia di:
Imprese

 essere mamma, moglie e donna in carriera non è sempre un sogno impossibile. lo sa bene sheryl sandberg, braccio destro del fondatore di facebook mark zuckerberg. nonostante il suo ruolo di responsabilità all'interno del social nerwork più famoso, la donna ha ammesso che ogni giorno lascia il lavoro alle 17.30 per poter trascorrere del tempo insieme ai suoi due figli piccoli e al marito

Una notizia di:
Residenziale

non ce la faccio più. è quanto ha pensato il sindaco di new york, mike bloomberg, pensando ai social network. twitter a facebook lo angosciano e, dice, non si può più governare con lungimiranza perché ad ogni gesto migliaia di persone sono pronte a dire la loro. un sondaggio quotidiano che rischia di far saltare i nervi

Una notizia di:
Residenziale

il social network è il protagonista della settimana con la quotazione in borsa più attesa del mercato negli ultimi tempi. facebook proverà a raccimolare 5 milioni di dollari sul mercato tramite la vendita di una piccola parte delle sue azioni. anche se ci sarà da aspettare per vedere quale sarà la domanda reale degli investitori per il titolo, si parla già del fatto che facebook sarà valutata 100.000 milioni di dollari. ti presentiamo tutti numeri di un'azienda che solo l'anno scorso riuscì a fare 4.270 milioni di dollari in tutto il mondo

Una notizia di:
Residenziale

quanto vale facebook? in italia molto, 2,6 miliardi di euro e più di 33mila posti di lavoro. a dirlo è la ricerca di doloitte, la prima che calcola l'impatto del social network sull'economia dei paesi europei. e pare che da noi questo impatto sia alto, terzo in europa dopo inghilterra e germania. ma a pesare di più non è tanto l'indotto alimentato da facebook, ma i guadagni delle imprese italiane attraverso la loro presenza sul social network

Una notizia di:
Imprese

è un trend internazionale cui non si sottrae l'italia. l'80% dei tradimenti con conseguente divorzio vengono scoperti via sms, e-mail, chat o contatti di facebook. da un lato, infatti, secondo gli esperti, le conversazioni online diventano più facilmente dei corteggiamenti, e dall'altro la tentazione di controllare il comportamento del proprio partner online si rivela spesso irresistibile

Una notizia di:
Residenziale

il 2011 per varie ragioni può essere definito come l'anno dell'espansione dei social media. dalla primavera araba alla colonizzazione di twitter da parte di famosi e politici ecco quanto sono cresciuti facebook, twitter, linkedin e youtube. guarda il video realizzato dal blogger francesco russoi numeri? linkedin ha moltiplicato 15 volte gli abitanti di new york raggiungendo i 135 milioni di utenti, tramite twitter si inviano 1.735 cinguettii al secondo e facebook ha 800 milioni di utenti e non 1 miliardo come auspicato dal suo fondatorein cambio google+, il nuovo social network di google sta crescendo ad un ritmo molto elevato e già ha attirato 50 milioni di utenti registrati

Una notizia di:
Residenziale

con un post sul suo blog marck zuckerberg si scusa "per tutti gli errori commessi" nel suo lavoro, e si riferisce chiaramente ai quelle "piccole" mancanze che hanno leso la privacy degli utenti di facebook. ma il mea culpa non è bastato, così come a poco è servito l'accordo stretto con le autorità statunitensi secondo il quale facebook promette di chiedere sempre agli utenti il permesso per diffondere i propri dati. perchè il patto sia davvero credibile, gli usa hanno sottomesso a vigilanza per 20 anni il social network

Una notizia di:
Imprese

Pagine