notizie sul mercato immobiliare e economia Vai su idealista »

imu prima casa

tutte le novità per l'imu 2013 prima e seconda casa e un'utile calcolatrice per determinare l'importo da pagare in questa guida che ti racconta un anno dell'imposta municipale sulla casanata nel 2012, l'imu (imposta unica municipale) è stata al centro del dibattito economico e politico anche nel 2013. se la cancellazione della prima rata ha tenuto banco nella prima parte dell'anno, le sorti della seconda continuano ad accendere gli animi visto che le prime case dovranno pagare parte dell'imposta entro il 24 gennaio 2014

una notizia di:
fisco

il 16 dicembre a pagare la seconda rata sarà anche la prima casa, oltre alla seconda e agli immobili diversi da quelli residenziali. a pagare saranno le abitazioni principali definite di lusso, che rientrano nella categoria a1/a8/a9/. il resto dovrà versare la mini-imu il 16 gennaioormai manca poco alla scadenza del 16 dicembre. per i proprietari di prime case che ancora non sanno quando e se dovranno pagare, il governo ha stabilito che a pagare il saldo di dicembre saranno le prime case di lusso che rientrano nelle categorie

una notizia di:
fisco

colpo di coda dell'imu prima casa, che chiamerà alla cassa i proprietari residenti nei comuni dove è aumentata l'aliquota. si tratterebbe di 873 comuni, tra cui anche 11 capoluoghi, ovvero circa 3,4 milioni di prime case. ma il saldo potrebbe aumentare e di molto, non solo perché i municipi hanno tempo fino al 9 per deliberare, ma anche perché il governo ha messo sul piatto un'altra ipotesi: quello di dividere a metà tutto l'extragettito ottenuto con aliquote superiori a quella standard del 4 per mille, coinvolgendo 2400 città

una notizia di:
fisco

dopo l'imu, la trise, la tasi, la tasi e anche la tuc, la nuova arrivata si chiama iuc (imposta unica comunale). la nuova tassa sulla casa, sulla quale hanno trovato un accordo governo e maggioranza, prevede un'esenzione prima casa che funzionerà solo per la parte patrimoniale. la novità riguarda la rintroduzione delle detrazioni per i nuclei familiari grazie a un fondo di 500 milioni a disposizione dei comuni

una notizia di:
residenziale

se il ministro dell'economia ha già fatto sapere che non sarà facile trovare le coperture per la cancellazione della seconda rata, la brutta notizia è che se, come sembra possibile, l'imposta municipale sulla casa si pagherà, sarà più cara dell'intero importo dell'imu 2012alla base di questo apparente controsenso c'è la facoltà dei comuni di aumentare l'aliquota imu fino al 30 novembre. la seconda rata dell'imposta è pari al totale dovuto per l'anno detraendo l'importo pagato per la prima rata. la rata di giugno dell'imu- che è stata cancellata dall'esecutivo- secondo le disposizioni doveva essere la metà dell'importo versato lo scorso anno e non il 50% dell'importo dovuto per il 2013 (che è impossibile da determinare). se il comune decidesse un aumento di aliquota l'importo dovuto per il 2013 non sarebbe la metà dell'intera imposta, ma una cifra più alta

una notizia di:
residenziale

il decreto sull'imu non trova pace. è stato infatti riammesso l'emedamento del pd che prevede la rintroduzione della tassa sulla prima casa per le rendite superiori ai 750 euro. dichiarato in un primo momento inammissibile per estraneità di materia, ha fatto già riesplodere lo scontro nella maggioranza

una notizia di:
residenziale

la crisi di governo aperta da berlusconi potrebbe costare davvero cara agli italiani. oltre all'impennata dello spread, che riapre uno scenario allarmante sul nostro debito pubblico, martedì primo ottobre scatta l'aumento dell'iva, dal 21 al 22%. ma all'orizzonte si affaccia il ritorno dell'imu prima casa

una notizia di:
fisco

l'europa ci bacchetta e il prezzo che dobbiamo pagare è l'aumento dell'iva. e anche la confindustria afferma che l'esenzione delle prime case è stata "costosa e iniqua". e non sono i soli ad affermare che, al di là dei proclami elettorali, abolire l'imu sulla prima casa è stata una completa fregatura

una notizia di:
residenziale

enrico letta ha cercato di spazzare via i timori di chi vede nella nuova service tax una stangata senza precedenti che graverà su chi occupa la casa e non sul proprietario. ospite di porta a porta, il presidente del consiglio ha detto che la nuova imposta sarà molto meno della somma di imu e tares e non colpirà gli affittuari

una notizia di:
fisco

twitta angelino alfano l'avvicinarsi dell'accordo sull'imu prima casa, a poche ore dal consiglio dei ministri che dovrà sciogliere il nodo sulle coperture finanziarie. tutti i giornali annunciano già la sospensione, ma in pochi mettono in evidenza le postille: per sopperire al mancato gettito bisogna fare le capriole contabili. si pensa ad aumenti su alcolici, giochi d'azzardo, ma soprattutto al prelievo sulle seconde abitazioni

una notizia di:
residenziale

Pagine