Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ecobonus 2017, come beneficiare della detrazione

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

La legge di Stabilità 2017 ha esteso l’ecobonus anche per l’anno in corso e fino al 2021 per alcuni interventi. Nel dettaglio, la detrazione per la riqualificazione energetica è tra il 70 e il 75% per i condomini e pari al 65% per le singole abitazioni.

Per beneficiare della detrazione è necessario riportare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile. Il contribuente deve inoltre raccogliere i seguenti documenti:

  • domanda di accatastamento (se l’immobile non è ancora censito);
  • ricevute di pagamento dell’imposta comunale (Ici-Imu), se dovuta;
  • delibera assembleare di approvazione dell’esecuzione dei lavori (per gli interventi su parti comuni di edifici residenziali) e tabella millesimale di ripartizione delle spese;
  • dichiarazione di consenso del possessore dell’immobile all’esecuzione dei lavori, per gli interventi effettuati dal detentore dell’immobile, se diverso dai familiari conviventi.

La detrazione non viene riconosciuta e il bonus decade se non è stata effettuata la comunicazione preventiva all’Asl competente, laddove obbligatoria.

Il pagamento, inoltre, deve essere tassativamente eseguito tramite bonifico bancario o postale. Nella causale del versamento bisogna riportare tutte le indicazioni richieste (causale del versamento, codice fiscale del beneficiario della detrazione, numero di partita Iva o codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato). La ricevuta del bonifico non deve essere intestata a persona diversa da quella che richiede la detrazione.

Il diritto alla detrazione decade poi se non sono presenti le fatture o le ricevute che dimostrano le spese effettuate.

Le opere edilizie, infine, devono tassativamente rispettare le norme urbanistiche ed edilizie comunali, oltre alle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e quelle relative agli obblighi contributivi.