Notizie su mercato immobiliare ed economia

Variazione valore area edificabile, si fa la dichiarazione Imu?

I contenuti della sentenza 285/2019 della Ctp Como
Cosa dice la sentenza 285/2019 della Ctp Como / Gtres
Autore: Redazione

In caso di variazione del valore dell’area edificabile, la dichiarazione Imu non serve. Vediamo quanto specificato dalla sentenza 285/2019 della Ctp Como.

Secondo quanto sottolineato dalla sentenza, in caso di variazione del valore dell’area edificabile, in seguito alla modifica dei valori di riferimento adottati dal Comune, “il contribuente non è tenuto alla presentazione della dichiarazione Imu”. Come specificato, “se il pagamento effettuato è inferiore al dovuto, la contestazione è quella di omesso versamento, con l’ulteriore conseguenza che il termine di decadenza dell’accertamento scade un anno prima”.

Ma vediamo il caso. Come riportato dal Sole 24 Ore, il contribuente ha sempre versato l’Imu sul valore deliberato in precedenza dal Comune. Successivamente, nel 2012, le delibere dei valori sono state aggiornate, ma il contribuente ha continuato a versare l’Imu sul valore precedente. A fine 2018 è stata contestata l’omessa dichiarazione di variazione notificando l’atto di accertamento.

Nel giudicare la vicenda, i giudici di primo grado hanno richiamato la sentenza 25304/2017 della Cassazione sostenendo che, “poiché il Comune era a conoscenza del nuovo valore delle aree, non vi era alcun obbligo dichiarativo”. Questo in base al principio secondo il quale la denuncia deve essere presentata solo per i dati non conoscibili dal Comune.

Il Sole 24 Ore ha però sottolineato il fatto che tale tesi genera alcune perplessità. Secondo quanto evidenziato, i valori deliberati dai Comuni “costituiscono un mero elemento di orientamento per i contribuenti, ma non hanno alcuna valenza di carattere sostanziale. D’altro canto, i Comuni non possono intervenire sulla fattispecie imponibile”.

Aggiungendo, quindi, che “l’aggiornamento degli importi di riferimento non può in nessun modo essere equiparato a una nuova determinazione della base imponibile. Il contribuente è infatti libero di adeguarsi o meno alla deliberazione locale”.

Articolo visto su
Imu, no alla denuncia se varia il valore (Il sole 24 ore)