Notizie su mercato immobiliare ed economia

Contributo affitto 2020, dal Mit 46 mln di euro per contrastare l'emergenza coronavirus

Il contributo all'affitto potrà essere erogato sia direttamente sia con il tramite delle Agenzie per l'affitto

Le risorse per quegli inquilini che hanno subito sfratti esecutivi per morosità incolpevole
Le risorse per gli inquilini che hanno subito sfratti esecutivi per morosità incolpevole / Gtres
Autore: Redazione

Si continua a fronteggiare l'emergenza coronavirus. Dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti arrivano 46 milioni di euro per il contributo all'affitto.

Lo scorso 2 aprile, la ministra delle Infrastrutture e Trasporti, Paola de Micheli, ha firmato "il Decreto con il quale vengono assegnate alle Regioni, risorse economiche pari a 46 milioni di euro da trasferire ai Comuni e a quegli inquilini che non potendo far fonte al pagamento dei canoni di locazione, hanno subito sfratti esecutivi per morosità incolpevole".

Come spiegato da un comunicato dello stesso Mit, "si tratta di una misura eccezionale per tamponare le ricadute negative, economiche e sociali, dell'emergenza sanitaria e assicurare un sostegno necessario ai cittadini per l'accesso alla casa in locazione". Secondo quanto spiegato, il contributo all'affitto potrà essere erogato sia direttamente, con versamenti individuali, sia con il tramite delle Agenzie per l'affitto. 

Il comunicato del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti spiega che si tratta di "un provvedimento necessario per limitare l'aumento di morosità dovute al fermo lavorativo e un contributo prezioso per i cittadini, che siano inquilini o proprietari di case che hanno dovuto rinunciare a un importante fonte di guadagno".​

Quegli inquilini, dunque, che per morosità incolpevole hanno subìto sfratti esecutivi potranno ricevere fondi per far fronte al pagamento dei canoni di locazione. Il Mit ha spiegato che il contributo all'affitto potrà essere erogato sia direttamente, con versamenti individuali, sia con il tramite delle Agenzie per l'affitto. 

Sul fronte affitti l'Unione Inquilini ha promosso l'appello nazionale "L'emergenza è l'affitto". L'Unione Inquilini ha affermato che "dopo aver chiesto e ottenuto la sospensione degli sfratti e degli sgomberi fino al 30 Giugno, è necessario richiedere misure ulteriori per garantire a tutte e tutti il diritto alla casa". La richiesta avanzata al governo è quella di creare un fondo straordinario con erogazione immediata per il contributo affitto che permetta di coprire le spese degli inquilini e di tutte le categorie, evitando episodi di morosità. Sottolienando che "inoltre è necessario evitare sia che gli inquilini vadano in morosità, sia che ai proprietari venga meno un reddito che per alcuni è importante e rappresenta in questo momento una delle poche fonti di guadagno".