Notizie su mercato immobiliare ed economia

Si studia una proroga per il bonus 600 euro

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Tra le categorie più colpite dalla crisi economica scatenata dal coronavirus ci sono i lavoratori nei settori di turismo e spettacolo. Proprio per loro, il governo starebbe vagliando la possibilità di introdurre una proroga del bonus 600 euro.

A introdurre il tema nel dibattito pubblico e politico era stata la stessa Nunzia Catalfo. Il ministro del Lavoro, infatti, aveva aperto più di una porta alla proroga del bonus 600 euro per determinate categorie di lavoratori penalizzati dalla crisi scatenata dal coronavirus, definendo come “ipotizzabile il prolungamento del bonus per i lavoratori dello spettacolo”.

Entrando nel dettaglio, il ministro Catalfo ha poi sottolineato come “Una buona parte, oltre metà, del decreto del Governo che ha previsto uno scostamento da 25 miliardi di euro verterà proprio su norme che riguardano il lavoro”.

E l’attenzione del governo si concentrerà per categorie specifiche: “Ci sarà particolare attenzione per i lavoratori dello spettacolo e per gli stagionali del turismo, che sono tra i settori più colpiti e sappiamo tutti che sono quelli che partiranno più in ritardo”, ha concluso Catalfo.

Ma già a inizio luglio era stata annunciata la proroga degli ammortizzatori sociali straordinari per covid nei confronti di intermittenti e lavoratori dello spettacolo non beneficiari di cassa integrazione.

Grazie a un emendamento al decreto rilancio, infatti, sono state erogate due mensilità del bonus 600 euro anche ai “lavoratori intermittenti, di cui agli articoli da 13 a 18 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, che abbiano svolto la prestazione lavorativa per almeno trenta giornate nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 gennaio 2020.”