Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bonus ristorazione, come richiederlo con la proroga fino a dicembre

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

È arrivata la proroga fino al 15 dicembre 2020 per ottenere il bonus ristorazione, che era stato introdotto dal decreto Agosto. Vediamo come richiederlo e come funziona la domanda che può essere presentata anche alle Poste.

Come funziona

La proroga, oltre a spostare la scadenza per la presentazione della domanda al 15 dicembre, è intervenuta anche per allargare la platea di chi può richiederlo con 3 nuovi codici Ateco. Il bonus ristorazione è un contributo a fondo perduto per ristoranti, pizzerie, mense, servizi di catering, agriturismi e alberghi con somministrazione di cibo riconosciuto per gli acquisti effettuati a partire dal 14 agosto 2020 di prodotti che provengono dalle filiere agricole e alimentari, inclusi prodotti vitivinicoli, della pesca e dell’acquacoltura, anche DOP e IGP, valorizzando la materia prima di territorio.

La domanda per il bonus ristorazione può essere inoltrata online tramite la piattaforma web all’indirizzo portaleristorazione.it o presso gli uffici delle Poste. Il contributo va da un minimo di 1.000 euro a un massimo di 10.000 euro, Iva esclusa (compatibilmente con le risorse finanziarie stanziate dal governo, fino a esaurimento fondi).

Requisiti

Possono fare domanda per il bonus ristorazione le attività con questi codici Ateco:

  • 55.10.00 Alberghi (limitatamente alle attività autorizzate alla somministrazione di cibo);
  • 56.10.11 Ristorazione con somministrazione;
  • 56.10.12 Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole;
  • 56.21.00 Catering per eventi, banqueting;
  • 56.29.10 Mense;
  • 56.29.20 Catering continuativo su base contrattuale.

Inoltre, vanno tenuti presenti anche altri parametri come l'ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2020, che devono risultare inferiori ai tre quarti dell'ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2019. Un paletto, questo, che non è previsto per chi ha avviato l’attività dall’1.1.2019, in questo caso si può fare domanda per il bonus ristorazione a prescindere dal fatturato o corrispettivi.

Come richiederlo

Chi sceglie di inoltrare la domanda online, deve assicurarsi di essere in possesso dei seguenti documenti per assicurarsi che la richiesta vada a buon fine:

  • Identità digitale SPID;
  • copia dei documenti fiscali certificanti gli acquisti effettuati dopo il 14 agosto suddivisi per tipologia;
  • quietanze associate ai documenti fiscali;
  • copia della Visura Camerale in corso di validità.