Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ecobonus su immobili merce, le novità dall'Agenzia delle Entrate

I chiarimenti con la risoluzione n. 34
I chiarimenti con la risoluzione n. 34/2020 / Gtres
Autore: Redazione

Con la risoluzione n. 34/2020, l'Agenzia delle Entrate ha fatto chiarezza in merito all'applicabilità di ecobonus e sismabonus sugli immobili merce. Ecco quanto spiegato.

Pubblicando la risoluzione n. 34/2020, "Detrazioni per riqualificazione energetica (cd.  ecobonus) e per interventi antisismici (cd. sisma bonus) Applicabilità agli interventi eseguiti da titolari di reddito di impresa su immobili diversi da quelli strumentali", l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che "la detrazione fiscale per interventi di riqualificazione energetica, di cui all'articolo 1, commi da 344 a 347, della legge n. 296 del 2006 (e successive proroghe e modificazioni), spetti ai titolari di reddito d'impresa che effettuano gli interventi su immobili da essi posseduti o detenuti, a prescindere dalla qualificazione di detti immobili come 'strumentali', 'beni merce' o 'patrimoniali'. Analogo  riconoscimento deve essere operato, per ragioni di coerenza sistematica, agli interventi antisismici eseguiti su immobili da parte di titolari di reddito di impresa, ai fini della detrazione di cui all'articolo 16, comma 1-bis e ss., del decreto legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90 (cd. 'sismabonus)".

Ricostruendo l'iter normativo che ha accompagnato la discussione relativa all'ambito di applicabilità dell'ecobonus e del sismabonus, l'Agenzia delle Entrate ha dunque ritenuto che i due benefici possono essere applicati anche agli immobili di imprese e società di costruzione e locazione, a prescindere dalla qualificazione di detti immobili come strumentali, beni merce o patrimoniali.

L'Agenzia delle Entrate ha sottolineato: "Emerge l'esigenza di accomunare i due regimi, 'ecobonus' e 'sisma bonus', sotto il profilo dell'agevolabilità degli interventi eseguiti da titolari di reddito di impresa sugli immobili  posseduti o detenuti, a prescindere dalla loro destinazione, anche in considerazione delle finalità di interesse pubblico al risparmio energetico e alla messa in sicurezza di tutti gli edifici".