Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ape social, firmati i decreti. Domande entro il 15 luglio

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha firmato i decreti sull’anticipo pensionistico per disoccupati e invalidi. Chi raggiunge i requisiti nel 2017 dovrà presentare la domanda entro il 15 luglio. Chi li raggiunge nel 2018 dovrà presentare istanza entro il 31 marzo del prossimo anno.

E’ stato poi precisato che “le domande presentate oltre il 15 luglio 2017 e il 31 marzo 2018 e comunque non oltre il 30 novembre sono prese in considerazione esclusivamente se all’esito del monitoraggio residuano le necessarie risorse finanziarie”.

Su Twitter il Capo del governo ha scritto: “Firmati decreti anticipo pensionistico, #apesocial #apeprecoci, operativo meccanismo di anticipo pensione per decine di migliaia di persone”.

Adesso, disoccupati e lavoratori disagiati potranno fare domanda per anticipare gratuitamente la pensione di tre anni e sette mesi. Poi i “precoci”, che hanno iniziato prima dei 19 anni e sono in difficoltà, potranno ritirarsi con 41 anni di contributi, in anticipo di un anno e 10 mesi per gli uomini e di 10 mesi per le donne.

Nel dettaglio, l’Ape sociale spetta a chi ha 63 anni (o li compie entro l’anno), è senza lavoro e senza pensione diretta. A patto che si trovino in una di queste condizioni: disoccupato e senza ammortizzatori da almeno 3 mesi, invalido civile almeno al 74%, coniuge o parente di primo grado disabile, assistito da almeno 6 mesi. In tutti e tre i casi occorrono 30 anni di contribuzione. Ne servono invece 36 per chi ha svolto negli ultimi 6 anni su 7 un’attività gravosa.