Notizie su mercato immobiliare ed economia

Lavoro da casa, l’Italia è al di sotto della media europea

Eurostat
Eurostat
Autore: Redazione

Nel 2018, il 5,2% delle persone occupate di età compresa tra 15 e 64 anni nell'Unione europea (UE) lavoravano solitamente da casa (l'Italia si ferma al 3,6%). Questa quota è rimasta costante intorno al 5% nell'ultimo decennio. Tuttavia, nello stesso periodo, la percentuale di coloro che saltuariamente lavorano da casa è aumentata dal 5,8% nel 2008 all'8,3% nel 2018.

Con il 14% degli occupati che di solito lavora da casa nel 2018, i Paesi Bassi sono in cima alla lista degli Stati membri dell'UE, seguiti da vicino da Finlandia (13,3%), Lussemburgo (11%) e Austria (10%). Al contrario, pochissime persone di solito lavoravano da casa in Bulgaria (0,3%) e Romania (0,4%).