Notizie su mercato immobiliare ed economia

Quirinale, ma quanto ci costi? tutte le spese del presidente

Autore: Redazione

Nella manifestazione convocata a Roma dopo la rielezione di Giorgio napolitano, grillo ha invitato il nuovo-vecchio presidente della repubblica a dare un segnale riducendo le spese del colle, che ammonterebbero a 242 milioni di euro. Ma è proprio vero che il quirinale ci costa tanto? ecco quali e quante sono le spese di un palazzo senza monarca, dove a incidere sono anche le tre residenze presidenziali

La casta

Nel famoso libro "la casta", gian Antonio stella e sergio rizzo analizzano la crescita delle spese per il quirinale, passate dai 117.235.000 euro del 1997 ai 224 milioni dei 2007 (più altri 11 che arrivavano al colle da "entrate proprie quali gli interessi attivi sui depositi e le ritenute previdenziali").  Secondo il libro che denunciava gli sprechi e le spese folli della politica, al 31 agosto del 2000 il personale in servizio nella presidenza della repubblica era composto da 2181 lavoratori fra dipendenti e addettti

La gestione napolitano

Alla fine del 2006, Giorgio napolitano all'inizio del suo primo settennato, cominciò un graduale rinnovamento della gestione finanziaria del colle, rendendo pubbliche le voci di bilancio. Un atto non dovuto dato che le spese del quirinale si fondano sull'autogoverno. Il bilancio di previsione per il 2013 prevede una spesa totale di 243, 6milioni di euro, ma a gravare sulle spalle dei cittadini saranno "solo" 228 milioni, mentre il resto proverrà dalle entrate derivanti dalle attività del colle e dalle eccedenze delle gestioni precedenti

I tagli alle spese

Un risparmio di 7 milioni rispetto al 2006, e di 3,2 milioni rispetto al 2009 e una sostanziale stabilità rispetto agli anni 2010-2011 e 2012. Il risparmio proviene dal blocco del turnover dei dipendenti nonché dall'introduzione per tutti del regime previdenziale contribuitivo.  Nel corso dello scorso anno c'è stata una riduzione di 24 unità del personale di ruolo (da 823 a 799), mentre è rimasto stabile l'ammontare del personale a contratto. A ridursi è stato anche il personale militare e le forze di polizia distaccate per motivi di sicurezza. Nel complesso il personale a disposizione del quirinale è di 1720 unità

Le voci di spesa

Il personale in servizio e quiescenza rappresenta il 90,88% della spesa complessiva. Per la prima ammonta a circa 131 milioni di euro, la spesa pensionistica ammonta invece a 90,4 milioni di euro. La spesa per beni e servizi è pari al 9,12% del totale, ovvero 22,2 milioni di euro. Analizzando nel dettaglio le voci di spese ripartite nei diversi comparti in cui si articola la presidenza, vediamo che 45,8 milioni sono destinati alle attività legale al ruolo istituzionale del capo dello stato,  43,2 ai servizi generali, 34,7 milioni alla dotazione e valorizzazione del patrimonio artistico, 15,8 milioni al settore della sicurezza e 13,7 all'amministrazione

Le residenze presidenziali

E che dire del patrimonio immobiliare del colle? le spese riguardano non solo il palazzo del quirinale, ma anche la tenuta estiva di castelporziano e villa rosebery, nel golfo di Napoli. Le utenze di acqua, luce e canoni tv ammontano a 3 milioni di euro, l'uso dei telefoni 250mila, i servizi postali 160mila. I servizi di pulizia e igene costano 1,3 milioni, mentre la manutenzione ordinaria 5,3 miolioni di euro. La valorizzazione e la tutela paseaggista batte cassa per 120mila euro, mentre per la gestione della flora e della fauna della residenza romana, mezzo milone di euro arriva dal ministero dell'ambiente

Lo stipendio del presidente

Secondo una lettera inviata dal segretario generale marra al direttore di libero, lo stipendio di napolitano è pari a 239,182 euro