Notizie su mercato immobiliare ed economia

Il business delle imprese balneari, quanti sono gli stabilimenti in Italia?

mare
Gtres
Autore: Redazione

Sono circa 8mila in Italia le imprese che gestiscono stabilimenti balneari, su spiagge marittime e sulla riva di fiumi e laghi. A dirlo sono i dati della Camera di Commercio (scaricabili qui), che ha elaborato le cifre del Registro Imprese al primo trimestre 2018, confrontandolo con lo stesso periodo del 2017.

Sono per la precisione 7816 le attività balneari nel Belpaese a noleggiare canoe, pedalò, ombrelloni e lettini. Un settore che in un anno ha mostrato una crescita del 2,5%. In cima alla top three delle città col maggior numero di imprese troviamo Napoli, con 436 attività (che rappresenta ben il 5,6% del totale italiano, in crescita del 2,6% annuo). Segue di misura Rimini con 432 attività (il 5,5% del totale); troviamo poi Savona con 426 stabilimenti (il 5,5% di tutta Italia). Tra le prime dieci città per numero di imprese, a crescere maggiormente  sono soprattutto Messina (+8,6%), Cosenza (+6%) e Latina (+4,2%).

La Lombardia cresce del 4,3% con Milano (59 sedi d'impresa di cui 42 attive nel noleggio) e i laghi che bagnano i territori di Brescia (42) e Como (19).

Considerando le varie regioni, in Emilia Romagna troviamo il 12,9% delle imprese nazionali (in totale oltre mille); in Toscana il 12,3% (con 958 imprese) e in Campania l’11,1% con 866 attività.

Per quanto riguarda invece il settore delle imbarcazioni, secondo elaborazioni della Camera di Commercio su dati Istat, nel 2017 l’export italiano ha sfiorato gli 1,7 miliardi di euro, soprattutto verso l’Unione Europea (il 36,8% del fatturato con 611 milioni di euro) e il Sudamerica (il 22,6% del totale con 375 milioni). A livello di singoli Paesi, il cliente principale è Malta, con il 14,9% delle esportazioni ed un valore di 247 milioni di euro. Seguono le Isole Cayman (176 milioni, il 10,6% del totale).