Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come rinnovare la cucina senza cambiarla completamente

Autore: houzz

Pittura, carta da parati, pavimenti in laminato… Tutti questi strumenti, facili da utilizzare ed economici, bastano per rinnovare la tua cucina in modo immediato. Sono soluzioni pulite, rapide e che puoi realizzare tu stesso in poche ore. Fai una prova e vedrai come queste semplici risorse decorative trasformeranno completamente l’ambiente. Quando avrai finito, la tua cucina sembrerà un’altra.

1.Cambia il colore dei mobili

Se ti sei stancato del colore che hai, dai una mano di pittura. È il modo più rapido ed economico per trasformare una cucina passata di moda.

Se i mobili sono bianchi, anche cambiando solamente il colore di quelli inferiori otterrai un bel rinnovo. Se sono fatti di melaminico, il materiale più comune, usa uno smalto a effetto laccato. Prima però carteggia un po’ le superfici con la carta vetrata per far aderire meglio la pittura e dai due o tre mani (la prima ti serve come sigillante), lasciando asciugare tra una e l’altra.

Oltre allo smalto, ci sono in commercio anche prodotti specifici per pitturare i mobili della cucina: li trovi indicati nella confezione. La gamma di colori è molto ampia e lo è anche quella delle finiture: opaca, satinata, brillante, extra brillante. Il risultato ti sorprenderà.

2. Dipingi le piastrelle

Un’idea per rinnovare le piastrelle rovinate della cucina è quella di pitturarle. Il lavoro non è noioso come può sembrare e le pareti hanno un effetto straordinario. Trovi in commercio pitture speciali per le superfici ceramiche, formulate per eliminare la necessità di applicare altri prodotti, quali sigillanti o primer.

Si tratta di smalti che si applicano in modo semplice con un rullo, che sopportano molto bene l’umidità e garantiscono finiture molto durevoli e resistenti. Inoltre, una volta che la vernice è secca, può essere lavata senza rischiare che si stacchi o che formi bolle. Le marche di vernici di alta qualità dispongono dei prodotti indicati per questo tipo di applicazione.

3. Scegli delle finte piastrelle

Esistono carte autoadesive per parete a rulli o lamine di grande formato con stampe che imitano materiali naturali, come la pietra, il legno o le piastrelle e che ti permetteranno di ottenere l’effetto che vediamo in questa cucina. Puoi trovare una grande varietà di modelli, con le combinazioni più vistose e disparate.

Queste carte sono così ben fatte che sembrano quasi reali e, inoltre, si possono lavare con un panno umido per eliminare residui di grasso o sporcizia. Si applicano direttamente sulla superficie, che deve essere pulita bene per aderire senza problemi. Quando ti stanchi, puoi staccarle in modo semplice.

4. Applica adesivi decorativi

Se pensi che la tua cucina sia passata un po’ di moda o che non ti comunichi più niente, ma non sei pronto per le complicazioni di una vera e propria ristrutturazione, prova a rinnovarla con gli adesivi. Sono perfetti per decorare le ante della cucina o per far risaltare piccoli dettagli in una o più pareti, come nell’esempio in foto.

Dopo aver scelto l’adesivo con il motivo che più ti piace, devi solo togliere la carta protettiva un po’ alla volta e fissarlo alla parete. È molto importante renderlo liscio man mano che lo applichi, per evitare che si formino bolle o righe.

5. Posa un pavimento di laminato

Il laminato è una bella soluzione per modernizzare i pavimenti delle cucine, perché, collocandosi sopra l’originale, evita la formazione di polvere e detriti durante i lavori. Esistono un’infinità di opzioni decorative, anche con forme geometriche e imitazioni di materiali naturali come pietra e legno. Con una finitura in vinile si può lavare senza problemi.

Dato che si presenta in listoni, l’installazione è molto semplice: ogni pezzo ha da un lato una scanalatura e dall’altro una linguetta, per fare in modo che i pezzi si incastrino l’uno all’altro senza materiali fissanti. Non c’è necessità di incollarli o avvitarli al pavimento esistente.

È necessario solo livellare il pavimento con una pasta specifica nel caso siano presenti irregolarità; altrimenti possono essere collocate sopra il vecchio pavimento in poco tempo. A seconda del laminato può essere opportuno posare un apposito materassino di sottofondo. Ti renderai conto che basta rinnovare il pavimento per modernizzare l’intera cucina.

6. Colloca due rivestimenti diversi

Un’altra proposta originale, se le piastrelle della cucina sono divise in due zone, è quella di usare due materiali diversi per la decorazione. In questo esempio, il frigorifero è l’elemento che funge da divisorio. In una delle pareti ci sono le piastrelle, mentre nell’altra è stata collocata una carta da parati. In questo modo, la parete ha acquisito più vita, discostandosi inoltre dallo stile convenzionale, ideale per gli amanti delle soluzioni eclettiche.