Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come dividere un appartamento in due unità abitative

I tagli immobiliari più grandi sono sempre meno richiesti

Gopillar
Gopillar
Autore: GoPillar (collaboratore di idealista news)

I nostri collaboratori di Gopillar ci spiegano come è possibile dividere un appartamento in due unità abitative.

I tagli immobiliari grandi, che caratterizzavano gli edifici costruiti nella prima metà del Novecento, sono sempre meno richiesti, soprattutto nelle grandi città, a causa dei costi proibitivi e delle difficoltà di mantenimento. Lo stile di vita moderno e la presenza di soluzioni di arredo innovative ha ormai reso questo tipo di abitazione obsoleto e difficile da rivendere.

Se si possiede un appartamento con una metratura superiore ai 180mq, una buona soluzione per valorizzare il suo valore immobiliare è sicuramente quella di dividerlo in due unità separate, una delle quali eventualmente destinata alla messa a rendita.

È proprio con il proposito di dividere in due unità il proprio appartamento in modo da sfruttarne al meglio le potenzialità, che questo nucleo familiare romano ha deciso di aprire un Contest sulla piattaforma online per la progettazione architettonica GoPillar , in modo da poter scegliere tra le molteplici soluzioni progettuale presentate da architetti di tutto il mondo quella più adatta alle proprie esigenze in termini di praticità, design e costi. 

Tra i progetti presentati, quello dell’architetto Iraniano Ghazal Khaksari ha riscosso un alto grado di gradimento da parte del cliente. Vista l’impossibilità di aprire una seconda porta d’accesso sul pianerottolo, l’architetto ha creato un comodo ma ridotto bussolotto interno, in cui collocare i due ingressi uno di fronte all’altro.

Gopillar
Gopillar

L’appartamento è stato poi separato tramite una parete divisoria lineare, perpendicolare alla porta di ingresso, in un ampio quadrilocale e un più modesto duplex creato sfruttando anche la metratura del super-attico.

Entrambi gli appartamenti sono caratterizzati da una netta divisione tra area giorno e area notte, creata in un caso tramite l’installazione di una porta scorrevole filo muro tra le due zone, e nell’altro caso tramite la distribuzione delle due aree sui due diversi piani dell’appartamento.

Gopillar
Gopillar

I punti focali di entrambi gli appartamenti sono, però, le due aree living quasi speculari che si affacciano con grandi finestre a tutta altezza sul terrazzo esterno, anch’esso diviso in due da un tramezzo in legno, quasi inglobando le due aree coperte che fungono da sale da pranzo esterne. In entrambi gli appartamenti esse sono totalmente open space, ma la designer lascia la possibilità al cliente di inserire dei muri di vetro per separare funzionalmente, anche se non visivamente, lo spazio cucina dal resto dell’area.

Altro progetto ricco di spunti interessanti è quello presentato dal designer Giacomo Cattani che decide di sacrificare in entrambi gli appartamenti parte dello spazio giorno per dedicarlo alla creazione di due corridoi-disimpegni nella zona notte che hanno la doppia funzione di condurre gli abitanti alle proprie camere e di fungere anche da stanza di storage, in quanto l’architetto ha pensato di creare lungo tutte le pareti dei comodi e spaziosi armadi a muro

Gopillar
Gopillar

In questo progetto le zone giorno sono caratterizzate da spazi più definiti e separati tra loro, in particolare, la cucina abitabile con zona pranza è posta in entrambi i casi a parte, sfruttando le due rientranze particolarmente adatte allo scopo che si trovano in pianta. Altro aspetto che rende questo progetto gradevole è originale è da riscontrarsi nel design, creato usando il giusto mix tra gusto moderno e linee classiche.

Gopillar
Gopillar

In particolare, molto contemporanea risulta essere la decisione di riservare grandi spazi alla convivialità tramite la collocazione di ampie sedute e divani in grado di ospitare molte persone contemporaneamente; moderna è anche la scelta dei materiali, che vanno dal legno al vetro fino ad arrivare a metallo e acciaio. Mentre è possibile riscontrare il gusto classico nella scelta di alcuni lampadari importanti e mobili d’epoca da conservare e da posizionare saggiamente fra l’arredo moderno.

Ancora diverso è il progetto presentato dal designer Andrea Dalmasso caratterizzato da una scelta sia nella distribuzione degli spazi che nel design improntata ai dogmi dello stile minimal e semplicista. In questo senso la creazione di nuovi muri a divisione degli ambienti è ridotta all’osso, e vengono preferite soluzioni diverse di separazione delle funzionalità degli spazi, quali l’utilizzo di pezzi d’arredo, di pareti scorrevoli in legno o vetro e di tramezzi di dimensione ridotta.

Gopillar
Gopillar

Fulcro delle zone living in entrambi gli appartamenti è il caminetto elettrico a vista, che in un caso funge da “separé” tra l’area dedicata ai pasti e quella dedicata al relax, e nell’altro caso funge da protagonista in un’area giorno dalle ridotte dimensioni e dalle linee semplici.

Particolare attenzione in questo progetto è stata data al grande terrazzo, parzialmente coperto da una pergola bioclimatica con vetrate apribili che ne permette la fruizione anche nei mesi più freddi.

Gopillar
Gopillar

La divisione in due degli spazi qui avviene coerentemente non tramite l’installazione di un tramezzo ma tramite l’inserimento di una siepe in vaso che permette di mantenere la privacy di ciascun appartamento ma senza appesantirne la struttura.