Notizie su mercato immobiliare ed economia

Alcuni trucchi per mantenere pulita la tua casa con poco sforzo

Pixabay
Pixabay
Autore: Lucía Martín (collaboratore di idealista news)

E' arrivato il momento di pulire e sistemare casa, ma solo l'idea ti spaventa? Niente panico, ecco qualche trucco per mantenere perfettamente pulita l'abitazione con poco sforzo

Pavimenti lucidi: pavimenti in legno o laminato devono essere accuratamente puliti con prodotti adeguati prima di essere lucidati. Per le piastrelle in argilla, ceramica, granito e marmo si può usare sapone nero con olio di lino. Usalo mescolando 2 tappi in 5 litri di acqua. Il sapone pulisce e l'olio nutre e lucida. Poiché non si genera schiuma, non sarà necessario risciacquare.

Mobili in legno: se sono antichi deve essere utilizzato un panno per la polvere. Per mantenerli in buone condizioni il più a lungo possibile è meglio non bagnarli. Il resto dei mobili può essere pulito con un detergente neutro. Nota: i mobili sulla terrazza sono ovviamente più sporchi, ma saranno perfetti con poco sforzo utilizzando un detergente nanotecnologico.

Vetri e persiane: sappiamo che la pulizia delle finestre richiede tempo, ma con questi suggerimenti se ne risparmia molto. Innanzitutto, è bene procurarsi un apposito strumento per detergere i vetri, poi mescolare due litri di acqua distillata, uno di ammoniaca e uno di alcool. Per le persiane va bene del detersivo in acqua calda.

Tende e tapparelle: la cosa più semplice per le tende è metterle in lavatrice. Fai attenzione alla temperatura dell'acqua se sono colorate. Se vuoi evitare di stirarle, è meglio appenderle quando sono ancora bagnate. Per le tapparelle bisogna togliere le aste e metterle in lavatrice. Per i pannelli giapponesi si può provare a utilizzare la gomma da cancellare per le macchie.

Tappezzeria: se è di stoffa, mescola tre litri di acqua calda e un bicchiere di ammoniaca con un detergente. Dovrai sfregare con una spazzola morbida e poi lasciare asciugare all'aria. Se il rivestimento è macchiato, sarà necessario utilizzare un detergente speciale.

Lampade: le plafoniere si puliscono bene con uno spolverino telescopico pieghevole. In cucina bisogna pulirle con sgrassatori e acqua calda. Le lampadine possono essere pulite con una miscela di alcool, acqua distillata e ammoniaca, proprio come il vetro.

Piastrelle e mobili da cucina: è meglio preparare uno sgrassatore fatto in casa con 3,5 litri di acqua, una tazza di aceto bianco, quattro cucchiai di bicarbonato di sodio e mezza tazza di ammoniaca. Spruzzalo sulle superfici, strofina con un panno morbido e risciacqua con acqua tiepida. Dopo lascia asciugare.

Superfici del bagno: invece di utilizzare il solito detergente, utilizza un detergente anticalcare e anticorrosivo. Per rimuovere la muffa nera dal silicone, procurati un antimuffa professionale. Per pulire le superfici, mescola due parti di acqua con due parti di aceto bianco. Vaporizza la miscela, lascia agire per 20 minuti e poi strofina con un panno morbido e abrasivo. Per un risultato finale migliore, asciuga con carta da cucina.