Notizie su mercato immobiliare ed economia

Servizi ipotecari e catastali, le istruzioni per la compilazione dei modelli F24 Elide e F24 Ep

Il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate

Le istruzioni delle Entrate
Le istruzioni dell'Agenzia delle Entrate / Gtres
Autore: Redazione

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le istruzioni per la compilazione dei modelli F24 Elide e F24 Ep relativi ai servizi ipotecari e catastali. Ecco quali sono i codici tributo e come compilarli.

Modelli F24 Elide e F24 Ep, i codici tributo

L’Agenzia delle Entrate ha innanzitutto spiegato che “con le risoluzioni n. 79/E del 30 giugno 2017 e n. 94/E del 19 luglio 2017 sono stati istituiti, tra l’altro, i codici tributo di seguito elencati, da utilizzare nei modelli ‘F24 Versamenti con elementi identificativi’ (c.d. F24 Elide) ed ‘F24 Enti pubblici’ (c.d. F24 Ep) per il versamento delle somme da corrispondere agli Uffici Provinciali – Territorio, in relazione ai servizi ipotecari”.

Si tratta di:

  • T91T” denominato “Imposta di bollo dovuta in relazione alle operazioni effettuate presso gli sportelli degli Uffici Provinciali-Territorio”;

  • T92T” denominato “Imposta ipotecaria dovuta per la presentazione delle formalità ipotecarie presso i reparti di pubblicità immobiliare e relativi interessi”;

  • T93T” denominato “Tasse ipotecarie dovute per la presentazione delle formalità ipotecarie, nonché per la richiesta di certificazioni e copie di atti e relativi interessi”;

  • T94T” denominato “Sanzioni per ravvedimento operoso correlate alla ritardata presentazione delle formalità nei registri immobiliari”.

Modelli F24 Elide e F24 Ep, come compilarli

Per quanto riguarda la compilazione dei modelli F24 Elide e F24 Ep, l’Agenzia delle Entrate ha fatto sapere che a partire dal 1° gennaio 2020 tali modelli dovranno essere così compilati:

  • “per la presentazione delle formalità ipotecarie allo sportello, relativamente ai codici tributo ‘T92T’ e ‘T93T’, sono indicati: o nel campo ‘elementi identificativi/estremi identificativi’, l’identificativo numerico del titolo relativo alla formalità per la quale viene effettuato il pagamento (ad esempio, n.ro repertorio, n.ro registro cronologico, n.ro protocollo, etc...); o nel campo ‘anno di riferimento/riferimento B’, l’anno di formazione del titolo relativo alla formalità per la quale viene effettuato il pagamento (ad esempio, anno di stipula, anno della deliberazione, anno dell’emanazione, etc...), nel formato ‘AAAA’;

  • per le richieste di certificazioni ipotecarie e di copie di atti, relativamente al codice tributo ‘T93T’, sono indicati: o nel campo ‘elementi identificativi/estremi identificativi’, il numero di protocollo della richiesta; o nel campo ‘anno di riferimento/riferimento B’, l’anno della richiesta, nel formato ‘AAAA’”.