Notizie su mercato immobiliare ed economia

Spostamenti nelle seconde case a Pasqua 2021, dove si potrà andare?

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Con le vacanze alle porte e quasi tutta l'Italia in zona rossa, molti italiani si chiedono se saranno permessi gli spostamenti nelle seconde case a Pasqua 2021. Vediamo cosa dice il nuovo decreto del governo Draghi sulle seconde case, ma anche le ordinanze dei vari governatori delle diverse regioni, come Sardegna, Sicilia, Val d'Aosta o la Campania sull'argomento.

Nel decreto Draghi del 15 marzo e nelle successive faq del governo vengono confermate le regole sulle seconde case dei precedenti dpcm del governo Conte. Ê possibile il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione senza limitazioni rispetto alle seconde case. Pertanto sono ammessi gli spostamenti alle seconde case anche nelle regioni gialle, arancioni o rosse. L'unica condizione è avere un contratto di proprietà o di affitto anteriore al 15 gennaio 2021. 

Nonostante queste siano le regole base per le seconde case, è facoltà dei governatori approvare regole più stringenti. 

Seconde case in Sardegna a Pasqua

Il primo caso è dell'unica regione bianca in Italia, la Sardegna. Proprio per evitare una vera e propria ondata migratoria durante le feste di Pasqua verso l'isola, con conseguente aumento dei contagi, secondo un'ordinanza del governatore Solinas, gli arrivi da fuori regione dei proprietari di seconde case sono ammessi solo per motivi di lavoro, salute o necessità e urgenza. Sarà compito del personale delle compagnie aeree e navali verificare che i viaggiatori siano in possesso della documentazione opportuna. Mentre la Forestale e la polizia locale dovranno rafforzare i controlli nei punti di accesso e verificare chi vive veramente nelle seconde case.

Chiuse agli spostamenti nelle seconde case per turismo a Pasqua 2021 anche le regione Val d'Aosta e Alto Adige oltre alla Provincia di Bolzano. 

Sicilia e seconde case

Per quanto riguarda la Sicilia, il governatore Musumeci ha confermato che i proprietari delle seconde case dovranno sottoporsi a un tampone obbligatorio effettuato nelle 48 ore anteriori all'ingresso nell'isola, o a un tampone rapido da effettuare ai punti aperti o negli hub dove si effettuano anche le vaccinazioni. In alternativa c'è la quarantena.

Fuori dagli schemi la decisione del governatore della Campania Vincenzo De Luca. Spostamenti vietati verso le seconde case per i residenti nella regione, mentre porte aperte ai non residenti.

 

Etichette
Seconde case