Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bonus spesa, a chi spetta il contributo per le famiglie in difficoltà

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il governo, tra le varie misure del decreto Sostegni, ha confermato anche nuovi fondi per finanziare il bonus spesa. Vediamo quali sono i parametri previsti e a quali famiglie spetta.

Innanzitutto, va specificato che il buono spesa in questione si può utilizzare esclusivamente per comprare alimenti, farmaci e beni di prima necessità nei negozi che aderiscono all’iniziativa. La misura è destinata alle famiglie in condizione di difficoltà, che hanno un Isee, con soglie diverse a seconda del comune di residenza,  che non deve superare gli 8.000 euro.

Il bonus spesa, a seconda dei parametri, può avere importi diversi e variabili che oscillano tra 50 euro e 700 euro. Non rientrano tra le famiglie che hanno diritto al bonus spesa, i nuclei in cui lavora almeno un componente, e quelle nelle quali almeno uno dei familiari percepisca tipi di sostegno previsti (come il reddito e pensione di cittadinanza, il reddito di inclusione, la cassa integrazione, la Naspi ecc.).

Per ricevere il buono spesa bisogna anche soddisfare determinati requisiti come essere in possesso della cittadinanza italiana, la residenza nel Comune di riferimento o il permesso di soggiorno. Inoltre, deve sussistere un grave peggioramento della situazione economica dovuto all’emergenza covid (dimostrabile tramite certificazione Isee o mediante autocertificazione) che rende difficile o impossibile acquistare i beni di prima necessità.