Notizie su mercato immobiliare ed economia

Cassa centrale banca, soluzioni flessibili per l'acquisto del credito del superbonus

Autore: Redazione

Cassa Centrale Banca - Credito Cooperativo Italiano, che annovera ad oggi 77 banche, ha deciso di portare avanti soluzioni flessibili per l'acquisto del credito d'imposta del superbonus 110.

Cassa Centrale ha studiato soluzioni flessibili, che permettono di acquisire i crediti di imposta maturati da privati, imprese o condomìni a seguito della realizzazione degli interventi di riqualificazione degli immobili, in linea con le tempistiche dettate dall’Agenzia delle Entrate.  Il filo conduttore della proposta è la flessibilità: i clienti delle Banche del Gruppo hanno la possibilità di tenere distinta la cessione dei crediti fiscali dal finanziamento dei lavori di ristrutturazione e riqualificazione che li hanno generati.

Secondo una nota diffusa dal Gruppo "Si tratta di una scelta importantissima per garantire una miglior fruibilità dei nuovi prodotti e per rispondere alle diverse necessità dei clienti, che possono liberamente individuare partner tecnici di fiducia, dai fornitori che eseguiranno i lavori alle professionalità coinvolte a vario titolo nel processo di maturazione del credito fiscale. La vocazione alla relazione che caratterizza le BCC/CR/Raika è un fattore determinante nel processo, e contribuisce a ridurre al minimo i passaggi per giungere alla cessione del credito in modo rapido, agevolando sia il privato che intende riqualificare l’immobile, sia l’impresa fornitrice che ha necessita di monetizzare i crediti fiscali acquisiti con il riconoscimento dello sconto in fattura. Forte della capacità di comprendere e gestire bene le relazioni e in ragione dell’eterogeneità delle esigenze che si manifesteranno, il Gruppo promuove il lavoro delle aziende e dei professionisti locali, generando valore nei territori, secondo una logica di autentica filiera. Le prime evidenze in termini di operazioni intermediate evidenziano un importo medio contenuto, a testimonianza della volontà e della capacità del Gruppo di prestare la giusta attenzione anche alle famiglie e alle piccole realtà, rispetto ad operazioni strutturate che in ragione della loro complessità richiedono più tempo"