Notizie su mercato immobiliare ed economia

Le novità dell’ultima ora sulla proroga delle cartelle esattoriali

1820796 da Pixabay
1820796 da Pixabay
Autore: Redazione

Il rinvio dei pagamenti delle rate previste con la rottamazione (e non solo) dei debiti con l’Agenzia delle Entrate dovrebbe scadere il prossimo 30 giugno. Tuttavia, le indiscrezioni dell’ultima ora anticiperebbero una nuova proroga per le cartelle esattoriali.

Nel dettaglio, il decreto Sostegni bis aveva fissato il termine per la sospensione dell’attività di riscossione al 30 giugno 2021 (ma i termini per il pagamento riprendono dopo un mese, quindi entro il 2 agosto, visto che il 31 luglio è sabato). In pratica, in assenza di un’ulteriore proroga, si dovrebbe provvedere a saldare i debiti per le cartelle esattoriali sospese dall’8 marzo 2020 ad oggi.

Tuttavia, in questo lasso di tempo, molti settori continuano a essere in forte sofferenza. Per questo, secondo indiscrezioni dell’ultima ora, sarebbe lecito aspettarsi un’ulteriore proroga per la scadenza delle cartelle esattoriali. Ad annunciarlo è stato lo stesso ministro dello Sviluppo economico Giorgetti: “Si deve trovare un temperamento per quanto riguarda le sanzioni. Credo il Parlamento stia provvedendo a un rinvio”.

In ogni caso, attualmente è possibile richiedere la rateizzazione del debito inoltrando la domanda tramite PEC attraverso gli specifici indirizzi riportati in ciascun modello di rateizzazione, oppure presentandola presso uno degli sportelli di Agenzia Entrate-Riscossione.

Per gli importi delle cartelle esattoriali fino a 100mila euro si può ottenere la rateizzazione direttamente online accedendo all’area riservata del sito AE e usufruendo del servizio “Rateizza adesso”.

Dalla presentazione della richiesta e, finché si è in regola con i pagamenti delle rate, non si è considerati inadempienti verso gli enti creditori e, di conseguenza, le Entrate non possono procedere con l’iscrizione di fermi o ipoteche, né attivare qualsiasi altra procedura di riscossione.