Notizie su mercato immobiliare ed economia

Credito d'imposta per la prima casa, a chi spetta e a quanto ammonta

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il Fisco ha fornito alcuni chiarimenti in merito al credito d'imposta per la prima casa. In particolare, ha spiegato a chi spetta, a quanto ammonta e quali sono le condizioni da rispettare. Vediamo quanto chiarito.

A Fisco Oggi, la rivista telematica dell'Agenzia delle Entrate, una cotribuente ha domandato: "E' vero che posso chiedere il credito d'imposta per il riacquisto della prima casa anche se l'acquisto della nuova abitazione avviene prima della vendita del vecchio immobile?".

Nel fornire la sua risposta, il Fisco ha ricordato che il credito d'imposta per il riacquisto della prima casa spetta ai contribuenti che acquistano un immobile usufruendo delle agevolazioni prima casa entro un anno dalla vendita di un altro immobile acquistato con le stesse agevolazioni. 

Nello specifico, il credito d'imposta per la prima casa è pari all'ammontare dell'imposta pagata con il primo acquisto agevolato. Non può comunque essere superiore all'imposta di registro o all'Iva corrisposta con il secondo acquisto.

Secondo quanto previsto dall'articolo 1, comma 55, della legge n. 208 del 2015, si può beneficiare del credito d'imposta prima casa anche quando si acquista la nuova abitazione prima di vendere l'immobile già posseduto. La vendita dell'immobile deve però avvenire entro un anno dalla data del nuovo acquisto.