Notizie su mercato immobiliare ed economia

I prodotti biologici dal campo alla tavola, ecco l’orto “in affitto”

Autore: Flavio Di Stefano

Tra gli annunci presenti su idealista ce n’è uno speciale. Una porzione d’orto, in affitto stagionale, per portarsi a casa i prodotti della terra coltivati biologicamente da professionisti agricoli.

L’idea è venuta a due gemelli di 25 anni che, da due anni, portano avanti con successo questo modello di business. Sono Marco ed Emanuele Saccoccia, due studenti di Ingegneria che, dall’orto di Cappelle sul Tavo (PE), riforniscono di frutta e verdura coltivate biologicamente gli abitanti delle zone limitrofi. idealista/news ha intervistato Marco, che ha illustrato l’attività de “Il tuo orto” (guarda l'annuncio su idealista).

Come funziona "Il tuo orto"?

"Affittiamo appezzamenti di circa 100 mq ciascuno, recintati e con il nome del cliente affittuario. Siamo noi a incaricarci di tutti i lavori, dalla concimazione naturale fino al prodotto finito. Il valore aggiunto è che i prodotti della terra passano dalla raccolta alla tavola in pochi giorni o addirittura in poche ore. Ovviamente non utilizziamo pesticidi o prodotti chimici in nessun momento del processo, facciamo tutto con metodo naturale. Lo facciamo per chi non ha un terreno, competenze e tempo ma vuol mangiare sano e naturale.

Il nostro contadino dice spesso che oggi si mangia più con gli occhi che con la bocca, quando vediamo un frutto bello siamo portati a pensare che sia anche buono, ma quasi sempre non è così, perché si tratta di prodotti trattati e scadenti. I nostri prodotti non essendo stati trattati sono meno belli ma hanno il sapore che devono avere i frutti o la verdura di stagione.

E poi venire a ritirare il raccolto significa anche svagarsi dopo una giornata in ufficio, dalle 18.30 fino alle 20.30 è un via vai di macchine, spesso i genitori portano con sé i bambini per un po’ di tempo da passare all’aria aperta e per educarli alla terra, per far capire loro la provenienza e il ciclo dei prodotti naturali".

Orto in affitto
Ogni lotto preso in affitto viene recintato

Come è nata l’idea e come avete iniziato?

"Siamo due fratelli gemelli di 25 anni che studiano ingegneria, veniamo da una famiglia che ha sempre curato l’orto. Così ci siamo detti, visto che lo facciamo per noi, perché non farlo anche per gli altri? Oltre a continuare un’importante tradizione famigliare, offriamo anche un servizio e questo ci permette anche un guadagno. Ci facciamo aiutare da altri due contadini esperti, che lavorano e amano la terra praticamente da quando sono nati, prima ancora che un lavoro, l’agricoltura è una passione".

Da quanto tempo svolgete questa attività?

"Da due anni, abbiamo già portato a termine due raccolte estive e altrettante invernali, ora andiamo per la terza estiva che partirà a metà maggio. Quest’anno abbiamo registrato il tutto esaurito per la raccolta invernale, ovvero 100 lotti affittati. Ma ora vogliamo ingrandirci, incrementando sia il personale che i macchinari a disposizione, l’obiettivo è migliorare sempre".

Orto in affitto
I prodotti non sono trattati chimicamente

Chi sono i vostri clienti?

"Principalmente sono persone che abitano città, o comunque vivono in appartamenti, e quindi non hanno un terreno a disposizione per coltivare direttamente frutta e ortaggi. Vengono da Pescara, Francavilla e Montesilvano. Con appena dieci minuti di macchina possono raccogliere e portare a casa il loro raccolto".

Sono previsti incentivi e agevolazioni fiscali per questa attività?

"Sotto una certa somma di guadagno non ci sono tasse, ma noi la superiamo. Ora stiamo presentando il business plan per partecipare a un bando europeo per ricevere fondi da investire nell’acquisto di materiali per l’agricoltura, macchinari e impiantistica".

Come funziona il contratto d’affitto?

"Ha una durata stagionale, quella estiva inizia il 15 maggio con la semina e il raccolto finisce il 7 ottobre; per quella invernale la semina parte ad agosto, i primi raccolti sono previsti intorno a metà settembre e durano fino a febbraio. Il terreno dove svogliamo questa attività lo abbiamo preso in affitto e ne stiamo prendendo anche un altro per ingrandirci, visto il successo".