Notizie su mercato immobiliare ed economia

Perché per gli italiani investire nel mattone è ancora l’opzione preferita

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il mito dell’investimento sicuro sembra resistere ancora, almeno per gli italiani. Nello Stivale, infatti, la maggior parte dei risparmiatori preferisce investire nel mattone.

Il 57% degli italiani, infatti, ha scelto di investire nel mattone, ristrutturando casa o un altro immobile. È quanto emerge dalla nona edizione dell'indagine sul risparmio e le scelte finanziarie degli italiani 2019, realizzata da Intesa Sanpaolo e dal Centro Luigi Einaudi.

L’analisi si è focalizzata sugli “ottimisti”, ovvero su chi, nei dieci anni di post crisi, è sempre stato attivo. Per attivo, si intende aver realizzato almeno un investimento immobiliare o in un'attività economica o professionale, nuova o già esistente, investendo in un corso di formazione, creando o allargando il nucleo familiare.

Per quanto riguarda il risparmio, tra gli “ottimisti” prevale quello intenzionale, cioè diretto a scopi specifici. E proprio l’ambizione per la casa è il motivo principale del risparmio intenzionale (41,3%), i figli, in particolare l'istruzione, per il 21,5%.

Meno sentita, invece, la necessità di risparmiare per la vecchiaia. Infine, quasi un quinto degli ottimisti ha un’assicurazione sanitaria e anche le polizze Ltc e le polizze vita sono leggermente più diffuse tra gli ottimisti rispetto al campione principale.