Notizie su mercato immobiliare ed economia

Congedo covid per i figli in Dad, i chiarimenti dell’Inps

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

L’Inps ha precisato recentemente che, i lavoratori dipendenti con figli a carico (fino a 14 anni) in Dad possono accedere ai congedi covid speciali. Vediamo quali sono le condizioni e fino a quando se ne può beneficiare.

Nel dettaglio, possono beneficiare dei congedi covid i lavoratori dipendenti, i cui figli fino a 14 anni debbano restare in quarantena (perché positivi al covid o per via un contatto stretto) o in Dad, se le loro mansioni non permettano di lavorare in modalità. Il congedo con causale covid, che deve essere richiesto all’Inps, viene pagato al 50%.

L’Inps ha anche specificato che tale possibilità è già in vigore (dal 13 marzo, data di entrata in vigore del decreto sulle misure per fronteggiare la diffusione del covid) e lo sarà almeno fino al prossimo 30 giugno. Mentre, se il figlio a carico ha un’età compresa tra i 14 e i 16 anni, il congedo covid può essere richiesto direttamente al proprio datore di lavoro ma non è retribuito e nemmeno è prevista la contribuzione figurativa.

Il congedo covid, inoltre, spetta ai genitori lavoratori dipendenti in maniera alternativa tra loro. Ovvero, non negli stessi giorni e per figli conviventi. Il requisito dell'età e della convivenza non sussiste per i figli disabili in situazione di gravità è a casa per la chiusura delle scuole o del centri diurno o se in quarantena.

Le domande dei dipendenti del settore privato saranno gestite dall'Inps. I dipendenti pubblici devono invece fare domanda direttamente all'amministrazione di appartenenza.

Non è previsto un limite di durata per la richiesta di congedo covid (come nel caso delle misure precedenti) ma solo un termine massimo fissato al 30 giugno. Non è prevista invece l'astensione per i lavoratori che possono fare smart working.