Notizie su mercato immobiliare ed economia

Da quartier generale di Pablo Escobar a “città più innovativa del mondo”, così Medellin ha cambiato la sua immagine

Autore: Carlos Salas (collaboratore di idealista news)

La città colombiana di Medellin è stata riconosciuta qualche mese fa come la “Città più trasformata dell’anno”. Si tratta del premio Bravo. Ma non solo. Quella che un tempo era il quartier generale di Pablo Escobar, negli ultimi anni ha ricevuto ben 22 premi urbani.

Nel 1992 Escobar era il vero e proprio padrone di questa città colombiana. Con 2,5 milioni di abitanti e ubicata in una valle delle Ande, nella provincia di Antioquia, tra la fine degli Anni ’80 e i primi Anni ’90 la città è stata sede del cartello di Medellin. Il signore della droga Pablo Escobar era diventato uno degli uomini più ricchi del mondo con le esportazioni di cocaina.

Escobar aveva iniziato come contrabbandiere alla fine degli anni Sessanta. Negli Anni ’70 aveva iniziato a distribuire marijuana e cocaina, finendo ben presto per monopolizzare questo business. Con i guadagni della droga si è fatto strada ed è stato nominato rappresentante al Congresso. Per ripulire la sua immagine, ha promosso varie opere sociali a Medellin, grazie alle quali è stato apprezzato dalle classi più svantaggiate.

Ma tutto questo era frutto del traffico di cocaina. Così il governo colombiano ha cominciato a dargli la caccia, di contro Escobar ha reclutato un esercito di assassini per fare fuori politici, militari, polizia, magistrati e giornalisti. Si stima che siano stati uccisi 657 poliziotti tra il 1989 e il 1993. Alla fine è stato arrestato, ma ha continuato a dirigere la sua attività dal carcere. Escobar è poi riuscito a fuggire, ma nel 1993 è stato ucciso proprio a Medellin.

Per anni la città è stata sinonimo di malavita, ma i suoi abitanti sono dei veri e propri imprenditori e si sono rimboccati le maniche.

Hanno sviluppato un sistema di inclusione sociale dei membri delle bande criminali. Il sindaco ha poi dato vita a biblioteche, centri educativi e parchi. Inoltre, Medellin è l’unica città in Colombia che ha costruito una metropolitana, che si combina con tram e autobus, aggiudicandosi il premio di trasporto sostenibile nel 2012.

Gli spazi pubblici sono stati abbelliti con una nuova illuminazione e sono stati promossi eventi come conferenze scientifiche, accademiche e di business. Sono stati inoltre creati nuovi progetti urbani sostenibili, che le sono valse un premio dalla Harvard University. Secondo il National Geographic, è una delle migliori città del mondo in cui trascorrere il Natale.

Da allora ha ricevuto numerosi premi. Il Wall Street Journal e Citigroup l’hanno definita “la città più innovativa del mondo”. Dall’essere una delle città meno sicure in Colombia, oggi è una delle più sicure del Paese. Questa trasformazione ha contribuito ad attrarre investimenti e ora è più attiva dal punto di vista economico. Con una temperatura di 22 gradi, è definita la città dell’eterna primavera. E’ inoltre il secondo centro economico della Colombia, dopo Bogotà.

Ci sono però ancora dei problemi, come l’alto tasso di povertà e l’esistenza di aree urbane ad alta densità. Ma il sindaco spera di continuare la sua politica sociale.