Notizie su mercato immobiliare ed economia

In vendita una delle case più "spaventose" del cinema europeo

Flickr/Creative commons
Flickr/Creative commons
Autore: Redazione

A Grenoble, nel cuore delle Alpi francesi, c’è una casa davvero unica. L’alone di mistero che circonda la sua architettura inusuale l’ha resa una delle protagoniste silenziose del film “I fiumi di porpora” (2000), un thriller sinistro e sorprendente con Jean Reno e Vincent Cassel. Il film diretto da Mathieu Kassovitz è stato un successo e ha trasformato questo spettacolare edificio in uno dei più spaventosi della storia del cinema europeo.

L’immobile è stato fatto costruire da un ricco industriale francese, Charles Albert Keller. L’edificio principale risale al 1912 ed è in pietra. Keller ha poi deciso di espandere la sua casa con un belvedere spettacolare su colonne di cemento dal quale poteva vedere le sue aziende.

L’industriale è morto nel 1940 e la proprietà è passata di mano diverse volte fino a quando Kassovitz l’ha recuperata per il film. Da allora ci sono stati diversi tentativi di recupero. Ma nessuno ha avuto buon esito. Così i proprietari hanno deciso di mettere in vendita la casa per 901.000 euro.

L’abitazione, costruita con materiali nobili del tempo – dalla pietra al legno, passando per incredibili vetrate – ha una superficie di oltre 1.200 m2 distribuiti su non meno di 30 camere. Ha anche un appezzamento di terreno di oltre 1.600 m2.