Notizie su mercato immobiliare ed economia

E-commerce, i mille e uno usi delle carte prepagate

Autore: andrea manfredi (collaboratore di idealista news)

L’e-commerce è sempre più amato dai consumatori del bel paese: il trend iniziato da qualche anno sembra non conoscere crisi, anzi continua a crescere. Questo perchè oggi gli italiani si affidano sempre più spesso alle carte postepay e alle ricaricabili di altre banche per effettuare i propri acquisti online in tutta sicurezza e convenienza. Usate per una miriade di acquisti le carte prepagate presto arricchiranno il loro ventaglio di possibilità

Come ormai è noto, infatti, conoscendo le caratteristiche delle carte di credito tradizionali e sapendo anche quali sono i vantaggi delle carte prepagate si scopre che queste ultime sono le più indicate per gli acquisti online. Le prepagate non sono collegate a un conto corrente, per sempio, quindi nello sfortunato caso di acquisti su un sito nuovo che non si conosce si ha la certezza che i malintenzionati non potranno mai arrivare ai nostri soldi

Per cavalcare l’onda positiva di quest’area, poste italiane si appresta a lanciare un nuovo servizio che faciliterà notevolmente i consumatori nelle spedizioni della merce acquistata online e quindi renderà ancora più efficiente e sicuro l’e-commerce

Il progetto è in via sperimentale in cinque uffici postali selezionati di Milano, che verranno dotati di chioschi automatici per il servizio di ritiro e consegna dei pacchi spediti

I nome del servizio è automated parcel terminals: si tratta di sportelli dove si potranno ritirare e spedire pacchi in ogni momento della giornata e sette giorni su sette. In particolare, queste postazioni non sono altro che armadietti, non molto diversi da quelli per il deposito bagagli che si trovano negli aeroporti o nelle stazioni ferroviarie

I terminals sono molto facili da utilizzare: l’utente dovrà solamente aprirli digitando un codice a barre ottenibile via web oppure presente sul pacco da spedire, inserire il collo e quindi richiudere lo sportello. Il pacco verrà quindi ritirato a fine giornata e spedito. Nel momento in cui partirà la spedizione, il destinatario riceverà tramite un messaggio sul proprio cellulare il codice pin necessario a ritirare il pacchetto

Non sarà quindi più necessario aspettare a casa che arrivi il postino a consegnare il pacco che si aspettava, ma ci si potrà recare in qualsiasi momento nell’ufficio postale più vicino e ritirarlo in tutta comodità. In questo modo, inoltre, si riduce anche il rischio che il pacchetto vada perduto

Amazon, i gruppo americano che si occupa di spedizioni in tutto il mondo, ha già attivo questo servizio da qualche tempo negli stati uniti. Oggi inoltre è disponibile anche in paesi come la francia e la germania. I chioschi da collocare nei cinque uffici milanesi saranno forniti da tz, un’azienda australiana di prodotti tecnologi

Per eseguire la loro installazione e manutenzione ordinaria sarà compito di fba Italia, che ha vinto la gara di appalto. Poste italiane, che attualmente è sottoposta a un processo di privatizzazione, ha già annunciato che se il progetto dovesse andare a buon fine sarà presto esteso in tutte le città dello stivale