Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ance, buzzetti: "i 3,8 miliardi dello sblocca Italia sono pochi, non sono un choc"

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Critica l'ance (l'associazione nazionale costruttori edili) nei confronti dello "sblocca Italia". Il presidente, Paolo buzzetti, ha detto che il decreto "ha un'ottima impostazione, ma se non ci mettiamo i soldi e non facciamo ripartire le cose perché l'europa ci blocca, i problemi restano tutti lì". Aggiungendo: "3,8 miliardi sono pochi, non rappresentano uno choc per l'economia"

Parole a caldo, che però fanno ben capire la posizione dell'associazione che riunisce i costruttori edili. Buzzetti, tuttavia, ha spiegato che si tratta di prime valutazioni, perché "bisogna leggere i testi per capire bene". Ma ha anche affermato che "ci sono troppe poche risorse e il problema continua a essere il condizionamento delle nostre politiche da parte dell'europa: non si tratta quindi di un provvedimento choc che faccia ripartire l'economia". Ad essere contestati soprattutto i 3,8 miliardi previsti per le grandi opere, cui si aggiungono "alcuni centinaia di milioni per quelle minori"

Per quanto riguarda la casa, il numero uno dell'ance ha detto: "bene la possibilità della sola comunicazione per fare i lavori, bene il regolamento unico edilizio in tutti i comuni e bene anche la misura sull'acquisto delle case finalizzate all'affitto a canone concordato". Che, però, "trova difficoltà nelle solite coperture del ministero dell'economia: ieri la francia ha promosso per l'ennesima volta questo provvedimento, non capisco perché noi dobbiamo ancora aspettare"

Articolo visto su
Agenzia