Notizie su mercato immobiliare ed economia

Le Canarie pagheranno rimpatrio, spese mediche e soggiorno a chi contrae il covid

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il governo delle Isole Canarie ha sottoscritto un’assicurazione per garantire ai turisti che dovessero contrarre il covid durante le vacanze la copertura dei costi di rimpatri, spese mediche e soggiorno durante la quarantena. Vediamo i dettagli.

La polizza copre sia i turisti spagnoli (compresi i turisti dell'isola) sia gli stranieri, a condizione che il viaggiatore non sapesse prima di trasferirsi di aver contratto il covid-19, ha affermato il ministero del Turismo in una nota. L'accordo è stato firmato dal consigliere regionale, Yaiza Castilla, per conto della società pubblica Promotur Turismo de Islas Canarias, e AXA Seguros.

La decisione è stata presa dopo che la Spagna, con diversi focolai attivi sparsi sul territorio nazionale, è stata dichiara destinazione non sicura, con la conseguenza che molti turisti hanno deciso di annullare le proprie vacanze in terra iberica, magari spaventati dall’eventualità di contrarre il virus e dover anche pagare il soggiorno aggiuntivo per i giorni di eventuale quarantena.

Così, l’amministrazione delle Isole Canarie ha trovato questa strana soluzione per tentare di rassicurare i turisti preoccupati per l’emergenza sanitaria in Spagna. Le autorità locali, tuttavia, ritengono che queste località siano sicure, a differenza dei territori sulla penisola e invitano i vari governi europei a rimuoverle dalla lista delle mete a rischio che prevedono la quarantena.

A seguito di questo accordo, l'assicuratore AXA metterà a disposizione del governo delle Isole Canarie una linea telefonica esclusiva per questa polizza. La protezione dei turisti è già effettiva e sarà inizialmente valida per 12 mesi, escluse le circostanze note prima dell'inizio del viaggio e alle condizioni stabilite dalla polizza, specifica il Ministero.