Notizie su mercato immobiliare ed economia

26 ottobre 2015

Gtres

Quale sarà l'effetto della politica monetaria della Bce sui mutui a tasso fisso e variabile?

L'annuncio del presidente della Bce Mario Draghi, che si è detto disposto ad aumentare gli stimoli monetari a sostegno dell'economia a partire da dicembre, potrebbe avere importanti conseguenze sui mutui a tasso fisso e variabile.

Una notizia di:

Sara Carbonero mostra la sua nuova casa (e di Iker Casillas) a Porto

Una notizia di:

Aste immobili pubblici: bandi nelle Marche, in Umbria e in Toscana

Sono circa una ventina gli immobili pubblici in vendita nel centro Italia. In particolare, entro metà novembre scadono i termini di cinque bandi che riguardano le Regioni Marche, Umbria e Toscana. Vediamo quali sono i beni interessati e quali le scadenze

Una notizia di:
Arredamento originale per l'ufficio

Ecco 12 idee per rendere la propria postazione lavoro meno noiosa (Fotogallery)

Secondo gli esperti rendere gradevole la propria scrivania migliora la produttività. In ufficio si trascorrono molte ore e fare qualsiasi cosa, per quanto piccola, in grado di rendere più piacevole il tempo trascorso al lavoro è positiva. C'è chi si accontenta di una foto di famiglia e chi vuole aggiungere qualche pianta. Ecco qualche spunto
Una notizia di:

Legge di stabilità novità per le imprese

La legge di stabilità 2016 ha introdotto importanti agevolazioni per le imprese. Vediamo quali sono gli sgravi previsti per le aziende.

Una notizia di:

Cosa resterà di questi anni'80? Una generazione che non può vivere senza l'aiuto di mamma e papà

Oggi essere giovani e vivere da soli è una missione quasi impossibile. A dirlo è una ricerca del Censis, secondo la quale quasi un milione di giovani nati negli anni '80, e che vivono da soli, non potrebbero andare avanti senza l'aiuto dei genitori.

Una notizia di:

Rumori che corrono sul Dieselgate e sulle nuove imprese

Dieselgate, Toyota ha scalzato Volkswagen: Toyota ha fatto sapere di aver venduto nei primi nove mesi dell’anno 7,5 milioni di auto, scalzando così la Volkswagen, fermatasi a quota 7,43 milioni di vetture. Il cosiddetto Dieselgate è costato caro, in termini di vendite, alla casa tedesca. Ma per capire realmente l’impatto del Dieselgate sulle vendite del colosso tedesco bisogna attendere le rilevazioni di ottobre. (Tgcom)

Una notizia di: