Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ristruttura la seconda casa: pochi tocchi per renderla accogliente e "money saver"

Autore: GoPillar (collaboratore di idealista news)

La seconda casa può spesso essere un sogno ad occhi aperti per molte persone che vivendo in città desiderano avere un rifugio lontano dal caos quotidiano, dal traffico e dalle solite “facce”.

Spesso però questo sogno non viene realizzato per paura delle spese extra che potrebbero alleggerire i nostri portafogli, ma una soluzione esiste! Mettere a reddito il vostro secondo immobile. Valorizzare al massimo il design degli interni, per funzionalità ed estetica per incrementare il valore di affitto del vostro piccolo sogno.

Come ha fatto un giovane agente di viaggio, che per lavoro e per diletto, trascorre alcuni mesi l’anno a Cuba nella città dell’Havana. Qui ha acquistato un piccolo immobile con un grande potenziale, ma sciupato dal tempo e dalla probabile mancata attenzione dei precedenti proprietari.

Si è affidato dunque alla prima piattaforma web di Crowdsourcing per l’interior design, CoContest per ricevere decine di idee progettuali dai designer di tutto il mondo iscritti alla piattaforma.

Tra le soluzioni proposte spicca l’eleganza e la scelta ricercata dei materiali del designer Cristian Traistaru.

Nel suo progetto ha cercato di dare maggior valore all’ambiente andando a lavorare sulle finiture ricercate e dalle tonalità scure ma accoglienti. Il legno del parquet scalda l’ambiente, mentre il nero dei rivestimenti a contrasto con il bianco del soffitto e in continuità con il grigio lavorato delle altre pareti dona dinamicità e bilanciamento all’interno di questo unico spazio soggiorno/cucina.

L’inserimento di dettagli d’arredo, come la partizione in vetro con l’inserimento di un verde giardino  tra salone e angolo cottura, denotano un tocco estremamente contemporaneo e ricercato; che posizionato poi all’ingresso dell’immobile, valorizza e dona una buonissima prima impressione a tutti gli ospiti e visitatori.

Un’altra soluzione degna di nota è quella proposta dalla designer serba, Katarina Vukic, la quale ha scelto una via più neutrale, un design contemporaneo leggermente meno ricercato, ma sicuramente più pratico e facile da realizzare.

In questo caso i toni molto chiari ampliano la sensazione percepita dello spazio e danno maggiore luminosità all’ambiente, come si può notare dal render fornito da Katarina nella presentazione del suo progetto.

Legno chiaro, tessuti neutri e pochi piccoli complementi completano uno spazio vivibile e flessibile per un range di gusti ampio e variegato.

Direzione completamente diversa invece è stata intrapresa da Angela Ivanovska, giovanissima interior designer macedone, che ha optato per un design più coerente con la location scelta dal cliente. Un design molto più tradizionale e in qualche modo esotico, dai toni molto caldi, quali marrone e una tonalità pastello di giallo con un accento di blu fornito dal divano, il pezzo più importante della stanza.

La disposizione degli arredi in pianta in questo caso prevede un bancone bar separato dalla cucina, a differenza degli altri progetti, per valorizzare la finestra a fondo camera e per dare la possibilità agli inquilini di sorseggiare un fresco cocktail affacciati su una splendida vista vicino al mare.

Il tutto è bilanciato dai tre punti luci opposti alla maggiore pesantezza del lato sinistro dato dal contrasto tra la pietra, il fondo marrone e l’ingombro dei vari pensili.