Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come fare le foto per gli annunci immobiliari senza commettere errori

Autore: Redazione

Al giorno d'oggi, ciò che non appare su Internet non esiste. Ecco perché, se vuoi vendere o affittare casa, è fondamentale inserire l’annuncio su un portale immobiliare. E la prima foto che apparre è decisiva.

Di seguito, riportiamo nel dettaglio gli errori commessi da alcune agenzie immobiliari durante il caricamento della prima immagine nell'annuncio di una proprietà in vendita o in affitto:

  • Prima foto in verticale: dovrebbe sempre essere una foto orizzontale, altrimenti, quando viene caricata, rimarrebbe tagliata in alto e in basso e ci sarebbero spazi vuoti sui lati;
  • Prima foto senza interesse: la foto principale dovrebbe sempre essere quella che ritrae il miglior ambiente della casa. Il salone può essere un buon punto di partenza, ma deve essere ben illuminato. Oppure può anche essere l'immagine di una magnifica vista sul mare dalla terrazza se è il punto di forza della casa. Tuttavia, molto spesso, la prima foto è quella di una camera da letto, un bagno o parti comuni dell'edificio;
  • Prima fotografia con ambienti scarsamente illuminati: la foto dovrebbe apparire il più luminosa possibile per attirare l'attenzione del potenziale acquirente, visto che sta facendo una selezione di diverse case. È un modo per attirare il maggior numero di utenti;
  • Prima fotografia con mobili colorati: in questi casi l'occhio del possibile acquirente si concentra sui mobili che si trovano in una stanza della casa e non nello spazio generale. Pertanto, la foto deve concentrarsi della casa in generale e non su un determinato elemento;
  • Una pianta della casa come prima foto: non dovrebbe mai essere la pianta della casa perché non è solo brutta, ma molte persone non sono in grado di interpretarla. Questo tipo di foto riesce a respingere il possibile acquirente.

In generale, la prima foto dell'annuncio deve essere in grado di attirare l'interesse del potenziale acquirente. Deve essere il “primo passo emotivo” per convincere i potenziali acquirenti a visitare fisicamente la casa.