Notizie su mercato immobiliare ed economia

Nel mondo 15,4 milioni di persone hanno un patrimonio di oltre 1 milione di dollari

Autore: Redazione

Aumenta il numero dei super ricchi nel mondo e i “Paperoni” dell’Asia Pacifico surclassano quelli del Nord America. Sono i dati che emergono dal World Wealth Report 2016 di Capgemini. Nel 2015 15,4 milioni persone hanno raggiunto o superato un patrimonio personale superiore a 1 milione di dollari.

In Italia i milionari considerati High Net Worth Individuals (Hnwi) sono 10.000 in più: 228.700. Nel 2014 erano 218.900. Secondo quanto rivelato dal rapporto, la ricchezza mondiale targata Hnwi ha raggiunto nel 2015 i 58.700 miliardi di dollari. Mantenendo questo tasso di crescita, entro il 2025 la ricchezza globale raggiungerà i 100mila miliardi di dollari.

Nel dettaglio, per quanto riguarda l’Italia, tra i fattori di crescita della ricchezza Hnwi 2015 bisogna considerare l’aumento del Pil reale dello 0,6%, il risparmio nazionale (migliorato del 18,7%) e una capitalizzazione del mercato incrementata del 12,7%. Tra i driver negativi, invece, c’è il mercato immobiliare, che ha segnato una riduzione del 2,4% nel 2015.

Un altro dato interessante emerso dal rapporto dice che la ricchezza definita Hnwi nel 2015 è cresciuta soprattutto nell’area Asia Pacifico, dove l’incremento è stato del 10%. Si tratta dell’area che registra la più alta concentrazione di ricchezza Hnwi a livello globale, sia in termini di valore assoluto del patrimonio detenuto, sia in termini di popolazione.

Nell’area Asia Pacifico nel 2015 la ricchezza Hnwi ha raggiunto i 17.400 miliardi di dollari, mentre il numero di milionari ha superato i 5,1 milioni, contro i 4,8 milioni di persone del Nord America. I “Paperoni” dell’Asia Pacifico detengono complessivamente un patrimonio di 16.600 miliardi di dollari.

Il rapporto ha segnalato anche che cresce nel mondo la richiesta di servizi digitali. Solo nel 2015 la richiesta targata Hnwi ha registrato un incremento di quasi 20 punti, passando dal 49% al 67%. A tal proposito, Capgemini ha sottolineato: “Il report conferma che le aziende di maggior successo saranno quelle in grado di intraprendere azioni coraggiose per superare la resistenza al cambiamento ed entrare a far parte di un mondo che valorizza sempre di più le interazioni digitali”.