Notizie su mercato immobiliare ed economia

Manovra, accordo con Bruxelles. I punti dell'intesa

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il governo italiano ha trovato un accordo con Bruxelles sulla manovra. Un'intesa che allontanerà definitivamente la procedura d'infrazione a spese del nostro Paese. L'Ue ha dato il via libera alla correzione dei conti pubblici che assicurerebbe per il 2019 un deficit nominale a 2,04% a fronte del 2,4% proposto in un primo momento dall'esecutivo.

Sarebbero tre le misure che avrebbero cambiato la faccia alla Legge di Bilancio 2019, permettendo il raggiungimento di un accordo con Bruxelles. 

  • la web tax per i colossi del digitale
  • aumento delle dismissioni (anche se rimane il dubbio sull'effettiva consistenza degli introiti)
  • Stop all'indicizzazioni delle pensioni da 1500 euro in su

Alla Commissione del Senato sono attesi una serie di emendamenti alla Legge di Bilancio 2019, che dovrebbero riequilibrare gli obiettivi di deficit 

  • ecosconto auto - contributo di 6000 euro a chi rottama l'auto e ne compra una elettrica nella fascia di emissioni 0-20 grammi/km di c02. Si scende a 2500 euro per la fascia di 21-70 grammi/km di Co2.
  • tassa auto inquinanti - Viene introdotta una tassa per le auto più inquinanti da 1100 e 2500 euro con quattro soglie diverse.
  • motorino elettrico - 3000 euro per l'acquisto di un motorino elettrico o ibrido
  • concorso unico invece di totocalcio-totogol - arriva un unico prodotto invece della tradizionale schedina
  • Tagli ai premi Inail - Sforbiciata alle risorse strutturali dell'Inail per salute e sicurezza del lavoro.
  • Debiti pubblica amministrazione - Le banche e Cdp anticiperanno i soldi per il pagamento dei debiti della Pa nel 2019.