Notizie su mercato immobiliare ed economia

Decretone 2019, le novità sul riscatto della laurea

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

L’ormai famoso decretone 2019 che contiene reddito di cittadinanza e quota 100 stabilisce anche un’importante modifica al riscatto della laurea, ora esteso anche agli over 45.

Proprio così, perché alla fine il decretone prevede la possibilità di accedere al riscatto della laurea con lo sconto anche per chi ha più di 45 anni. Resta però l'obbligo di non aver versato contributi prima del 1996. Potranno quindi sfruttare le agevolazioni anche gli over 45, ma solo se «privi di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995».

L’annuncio è arrivato un po’ a sorpresa, visto che solo pochi giorni fa l'Inps aveva pubblicato la circolare che di fatto dava il via alle domande per il riscatto a costo ridotto del titolo di studio e di altri periodi (fino a cinque anni) non soggetti a obbligo contributivo, come ad esempio l'aspettativa non retribuita.

In ogni caso, gli anni da recuperare per la pensione dovranno essere precedenti al 29 gennaio 2019, data di entrata in vigore del decreto. L'anzianità contributiva acquisita con le nuove regole sarà utile ai fini del conseguimento del diritto alla pensione ma anche per la determinazione dell'assegno.

La quota agevolata da pagare per il riscatto (poco più di 5.200 euro per ogni anno, secondo i calcoli dei consulenti del lavoro, cifra che si riduce poi ulteriormente per effetto delle detrazioni) può essere versata in unica soluzione o in un massimo di 60 rate mensili, ciascuna di importo non inferiore a 30 euro, senza interessi per la rateizzazione.