Notizie su mercato immobiliare ed economia

Quota 100, le news sul testo definitivo per le pensioni anticipate

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

L’approvazione del decreto legge, che contiene anche il reddito di cittadinanza, delinea il quadro anche sulle pensioni. Vediamo come si calcola la pensione anticipata con quota 100 e quali sono le ultimissime news al riguardo.

Come si calcola quota 100

Quota 100 permette di andare in pensione anticipata per chi ha maturato 38 anni di contributi e ha 62 anni d’età. Un anticipo considerevole rispetto ai parametri normali, visto che i parametri prevedono il pensionamento a 67 anni per gli uomini e 66 anni e 7 mesi per le donne con 20 anni di contributi. Oppure, in base ai versamenti, con 43 anni e 5 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 5 mesi per le donne indipendentemente dall'età.

Inoltre, sempre il decreto legge che contiene il provvedimento quota 100 prevede anche un abbassamento del requisito contributivo attualmente in vigore, ripristinandolo a 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne. I lavoratori precoci potranno andare in pensione a 41 anni trascorsi 3 mesi dalla maturazione dei requisiti.

Per quanto riguarda le tempistiche, chi ha maturato i requisiti per aderire a quota 100 al 31 dicembre 2018 potrà andare in pensione dal primo aprile 2019. Chi, invece, li matura dal primo gennaio 2019 in poi avrà diritto alla pensione anticipata tre mesi più tardi, anche se può già fare richiesta per quota 100.

Questo, per quanto riguarda il settore privato. Perché per gli statali il discorso è abbastanza diverso. I dipendenti pubblici che maturano i requisiti entro il 31 dicembre 2018, infatti, potranno accedere alla pensione anticipata con quota 100 solo a partire dal primo agosto.

Per chi avrà diritto a quota 100 dopo il 31 dicembre 2018 la decorrenza partirà sei mesi più tardi. Inoltre, è obbligatorio anche un preavviso di sei mesi per comunicare la volontà di accedere alla pensione anticipata con quota 100. Mentre i dipendenti della scuola possono smettere di lavorare solo all’inizio dell’anno scolastico, a settembre.

Penalizzazioni quota 100

Da molto tempo si parla di eventuali e possibili penalizzazioni, in termini economici, per chi sceglie di percepire la pensione anticipata con quota 100. Andare in pensione prima dei termini canonici significa versare sostanzialmente meno contributi, e questo incide inevitabilmente sull’importo mensile percepito. Sarebbe quindi improprio parlare di penalizzazioni.

È probabile che sul portale Inps si possa calcolare l’importo della pensione, per chi aderisce a quota 100, tramite una simulazione con lo strumento online “La mia pensione futura”, i cui parametri dovrebbero essere aggiornati anche per il calcolo della pensione anticipata con quota 100.

Va ricordato anche che, chi decide di andare in pensione anticipata con quota 100 non può accumulare altri redditi da lavoro fino al raggiungimento dei requisiti anagrafici per la pensione di vecchiaia.