Notizie su mercato immobiliare ed economia

Pensioni anticipate, cosa prevede la nuova quota 92

È già al vaglio la formula che dovrebbe sostituire quota 100: vediamo come funziona, chi ne ha diritto e come si calcola

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

La possibilità di accedere alla pensione anticipata con quota 100 dovrebbe essere confermata fino alla naturale scadenza prevista, nel 2021. Successivamente, però, è praticamente certo che non arriverà una proroga per la misura sperimentale.

Ciò significa che potranno usufruirne solo coloro che al 31 dicembre 2021 abbiano maturato i requisiti richiesti: 62 anni di età e 38 di contributi.

Ma il governo sta già studiando un’alternativa che potrebbe essere addirittura più vantaggiosa: quota 92. Si tratta di una misura in tema di pensioni anticipate, contenuta in una proposta di legge del senatore Tommaso Nannicini (PD), che ridisegna così i requisiti di accesso: 62 anni di età e 30 anni di contributi (ben 8 in meno della Quota 100 e quasi 13 rispetto alla pensione anticipata ordinaria).

La condizione per aderire alle pensioni quota 92, però, è anche quella di accettare il calcolo interamente con il sistema contributivo del trattamento previdenziale, proprio per agevolare la sostenibilità del sistema previdenziale.

La pensione quota 92, se verrà effettivamente approvata, sarà introdotta a partire dal 2022, con il termine della sperimentazione della Quota 100, e dovrebbe essere resa strutturale.