Notizie su mercato immobiliare ed economia

Incentivi auto, in arrivo un nuovo ecobonus nel 2020?

Potrebbe arrivare una terza fascia di emissione per gli eco incentivi

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

L’automotive è uno dei settori che ha risentito maggiormente delle conseguenze economiche del lockdown in questo inizio di 2020, visto anche il divieto di circolare liberamente per contenere il contagio da covid soprattutto in regioni come Veneto, Emilia-Romagna e Lombardia. Per questo il governo sta valutando nuovi incentivi per l’acquisto di auto elettriche e ibride.

Stando alle ultime indiscrezioni, infatti, il governo starebbe pensando di finanziare con 500 milioni di euro il fondo per estendere gli incentivi sull’ecobonus per le auto nel 2020. Il settore dell’automotive, infatti, ha appena riaperto ma in totale sono 51 i giorni di lockdown per le concessionarie e 40 per le fabbriche di auto dovute all’emergenza covid. Tanto per farsi un’idea, il risultato è cheil mercato del nuovo di aprile ha segnato un crollo del 97,5% con appena 4.279 vetture vendute in Italia.

I nuovi incentivi auto, come quelli già previsti, si baserebbero sul livello di emissioni di anitride carbonica. Ad oggi, per il resto del 2020, sono ancora disponibili 70 milioni di euro per il fondo istituito ad hoc per acquisto di auto elettriche e ibride e si accede al benificio con e senza rottamazione (anche se con rottamazione cresce il contributo). Ma come funzionano gli incentivi auto già previsti?

L’ecobonus auto 2020 è riconosciuto solo per l’acquisto di veicoli M1 (omologato come autovettura) nuovi e con emissioni di Co2 che non superino i 70 g/km. Il che significa che l’ecobonus auto 2020 si applica solamente per le auto ibride o elettriche.

Il prezzo dell’auto non può superare in nessun caso i 50mila euro, a cui vanno aggiunti ulteriori costi di Iva e le ulteriori spese annesse (all’immatricolazione della vettura, l’Ipt, le spese di trasporto ecc.). Se si acquista un’auto con emissioni di Co2 tra 21 e 70 g/km, il valore del bonus è di 1.500 euro (più altri 1.000 euro in caso di rottamazione). Per un’auto con emissioni di Co2 inferiori a 20 g/km si ha diritto a un bonus di 4.000 euro (più altri 2.000 euro per l’eventuale rottamazione).

L’idea del governo, quindi, sarebbe quella di inserire una terza fascia per accedere agli incentivi auto 2020 per acquisto di automobili ibride o elettriche da 61 a 95 g/km di Co2. La scelta non casuale anche perché proprio dal 2020 scattano le multe Ue in caso di sforamento dei 95 grammi in media sulle auto nuove vendute.