Notizie su mercato immobiliare ed economia

Nuovo Dpcm, zone rosse, arancioni e gialle: tutte le regole

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Conte ha firmato  il nuovo dpcm di novembre 2020 che divide l'Italia in zone rosse, arancioni e giarde (prima chiamate verdi). Lockdown "soft" per Lombardia, Piemonte, Valle D'Aosta e Calabria, in un livello 4 di rischio, livello 3 e zona arancione per Puglia e Sicilia, mentre le altre regioni sono nella zona gialla. Vediamo quali sono le regole valide nelle tre zone, dalle scuole all'apertura dei negozi al dettaglio che saranno valide dal 6 novembre al 3 dicembre

Zone rosse

Nelle zone rosse che entranno di fatto in una sorta di lockdown sarà vietato qualsiasi spostamento a meno che non si tratti di comprovate ragioni di lavoro, salute e necessità. Sarà permesso lo sport individuale e l'attività motoria nei pressi della propria abitazione e sempre mantenendo la distanza di un metro. Saranno chiusi tutti i negozi al dettaglio tranne gli alimentari, farmacie e parafarmacie, edicole e tabaccai. Chiusi anche tutti i servizi di ristorazione, mentre sarà consentito il servizio a domicilio e l'asporto fino alle 22. Resteranno aperti, a differenza della bozza iniziale parrucchieri ed estetisti. Didattica a distanza per le scuole superiori e per la seconda e terza media. L'inserimento di una regione in una zona rossa sarà deciso con un'ordinanza del ministro Speranza, sentiti anche i pareri dei governatori, e seguendo i paramentri decisi dal Cts. A finire nella zona rossa  Lombardia, Piemonte, Valle D'Aosta e Calabria.

Zone arancioni

Nelle zone arancioni sarà permessa la mobilità individuale, ma non sarà permesso allontanarsi dal comune di residenza o domicilio se non per ragioni di lavoro, salute, necessità o per raggiungere servizi aperti e che non sono disponibili nel proprio Comune. I negozi al dettaglio resteranno aperti, ma verranno chiusi tutti i servizi di ristorazione, mentre sarà consentita la consegna a domicilio e fino alle 22 la ristorazione con asporto. Entrano nella zona arancione la Puglia e la Sicilia.

Zone gialle (ex verdi)

Le regole previste dal nuovo Dpcm per le zone gialle, con un rischio moderato, valgono anche per il resto del territorio.

  • Coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino
  • Didattica a distanza al 100% per le scuole superiori salvo attività di laboratori in presenza
  • Attività in presenza per le scuole elementari e medie, ma con uso delle mascherine anche quando si è seduti al banco
  • Nei giorni festivi e prefestivi chiuse le medie e grandi superfici ad eccezione di alimentari, tabacchi, edicole, farmacie e parafarmacie
  • Capienza massima del 50% sui mezzi pubblici
  • Sospensione dei concorsi ad eccezione di quelli per i sanitari
  • Chiusura dei musei
  • Servizi di ristorazione aperti fino alle 18 del pomeriggio