Notizie su mercato immobiliare ed economia

Le scadenze fiscali di agosto 2021

Il calendario del mese

pixabay
pixabay
Autore: Redazione

Con l'inizio di un nuovo mese inizia anche un nuovo calendario degli appuntamenti con il fisco. Vediamo quali sono le più importanti scadenze fiscali di questo agosto 2021.

Il Fisco non va in vacanza e anche questo mese di agosto appena iniziato è un periodo ricco di scadenze fiscali.

Si comincia il 2 agosto con l'apertura delle prenotazioni per gli incentivi dell'ecobonus auto 2021. Ma la data calda è quella del 20 agosto, quando sono numerosi gli appuntamenti con il fisco.

Per quanto riguarda l'IRPEF, i titolari di partita IVA dovranno versare:

  • terza rata IRPEF per il primo acconto 2021 e per il saldo del 2020;
  • terza rata di acconto IRPEF relativamente ai redditi con tassazione separata e senza ritenuta alla fonte;
  • seconda rata dell’acconto IRPEF sui redditi con tassazione separata, maggiorazione dello 0,40% e senza ritenuta alla fonte;
  • seconda rata IRPEF per il primo acconto 2021 e saldo 2020 con maggiorazione dello 0,40%.

Chi non è titolare di una partita IVA; invece dovrà versare:

  • versamento della seconda rata IRPEF per primo acconto 2021 e saldo 2020 (per coloro che non sono interessati all’applicazione degli ISA);
  • saldo della seconda rata di acconto IRPEF sui redditi con tassazione separata, che non subiscono una ritenuta alla fonte. Anche in questo caso si parla di soggetti non interessati all’applicazione degli ISA.

Ma i versamenti riguardano anche l'IVA. In particolare:

  • Iva relativa ai contribuenti come imprenditori artigiani e commercianti, lavoratori autonomi e società: in questo caso va versata l’Iva per il secondo trimestre del 2021;
  • Iva relativa al mese di luglio 2021, per imprenditori, artigiani e commercianti e lavoratori autonomi, società di persone e di capitali;
  • Iva relativa al secondo trimestre 2021 per le società sportive dilettantistiche;
  • Iva da parte di imprenditori, artigiani, commercianti, autonomi e società che hanno affidato a terzi la gestione contabile, in riferimento al secondo mese precedente;
  • Iva relativa ad acquisti effettuati tra stati, che sono stati registrati nel mese di luglio;
  • Iva mensile di enti, organismi pubblici e amministrazioni centrali;
  • Iva relativa al mese precedente per gli impianti che si occupano di distribuire il carburante, o gli autotrasportatori.

Per quanto riguarda l'IRES, invece sono tenuti al versamento società di capitali, enti commerciali, SPA, Srl cooperative, enti pubblici e privati, ma anche istituti di credito e enti che non svolgono attività commerciali. Per quanto riguarda l'IRAP; invece, ad effettuare il versamento saranno i titolari di partita IVA e i soggetti IRES che devono presentare l'IRAP.

Ma il 20 agosto è la scadenza dei versamenti dell'addizionale regionale e comunale IRPEF insieme all'addizionale IRES per chi lavora nella ricerca e coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi. 

Appuntamento anche con le scadenze relative alla casa. Il 20 agosto è la scadenza per il pagamento del saldo 2020 della cedolare secca e del primo acconto 2021 olte al versamento delle ritenute di acconto di luglio. Scadenza anche per il versamento dell'imposta di registro per i contratti di locazione stipulati al primo luglio 2021 e per quelli che sono stati rinnovati nella stessa data.

25 agosto: scade la presentazione delle informazioni che riguardano la cessione di beni e servizi verso i Paesi dell'Unione Europea, la cosiddetta Intrastat. La comunicazione riguarda tutti i soggetti. 

31 agosto: scadenza per il versamento della terza rata come primo acconto 2021 e saldo 2020 dell'IRPEF; ma anche del versamento con maggiorazione dello 0,4%.